L'esposizione ha per protagonista Roma, che in quest'anno giubilare sente su di sé gli occhi del mondo. La città eterna, che ha adottato Marta Czok, artista dalle "mille origini", emerge nella sua molteplicità.

Una Roma storica, maestosa, possente nelle vestigia archeologiche.
Una Roma religiosa, percorsa sin dal Medioevo dai pellegrini ma oggi anche fatta di esteriore e superstiziosa religiosità.
Una Roma caput mundi eppure provinciale.

Una Roma felliniana, popolata di personaggi puntuti e arroganti, come di sguaiati e boccacceschi commensali che metaforicamente la mangiano.

Luci e ombre, chiaro e scuro di questa "Madre Roma".

Tutto è sempre ritratto con la levità e raffinatezza della pittura di Marta Czok e in continuo dialogo con la Collezione Bilotti, fiore all'occhiello del Museo.
L'artista di origine polacca, romana di adozione, torna con una mostra che è la summa della sua arte. Padrona di una tecnica pittorica che non lascia spazio a imperfezioni, Marta Czok passa con destrezza da un registro all'altro, virando dal ritratto alla caricatura. Il suo sguardo sarcastico, tradotto in una pittura di raffinata precisione, è un'istantanea.
Un titolo di giornale.
Un pezzo di cronaca.
Un fotogramma di un film.
Un racconto racchiuso in un quadro.
Il racconto di una città.

Informazioni, orari e prezzi

Museo Bilotti all'Aranciera di Villa Borghese

Oraro mostra:
Da martedì a venerdì 10.00-16.00 (ingresso consentito fino alle 15.30)
Sabato e domenica 10.00-19.00 (ingresso consentito fino alle 18.30)

Inaugurazione sabato 5 marzo alle ore 17

www.museocarlobilotti.it

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Mostre