Personale di Giuliana Silvestrini

Il giorno 8 Agosto 2015 alle ore 18 presso le Scuderie Aldobrandini a Frascati si inaugura la mostra personale “Non posso farne a meno” di Giuliana Silvestrini, con i testi critici di Helia Hamediani e Nicoletta Agostini.

L'opera di Giuliana Silvestrini presso le Scuderie Aldobrandini è legata al tema nobile della memoria. Una memoria percettiva nonché ossessiva ed intima. E' composta da tre elementi più una traccia: un'istallazione, uno spazio sonoro, un video e Le impronte mnemoniche di tessuto.

Il progetto si sviluppa intorno alla smaterializzazione del corpo. Il percorso parte con un'installazione sospesa: una gigantesca rete da pesca contiene vecchie vesti. Viene accompagnata con un suono/rumore che pervade l’ambiente e da un video muto che apre una finestra luminosa e fittizia all'interno dello spazio espositivo.

L'artista presenta l'immagine emblematica di un intreccio semantico, il concetto che evoca numerosi provocatori ricordi. L'invisibile è percepibile nell'assenza del corpo come è udibile nel sussurrio vago dello spazio sonoro. L'opera trascende i cinque sensi e affronta concettualmente il trauma psico/sociale della memoria e dei motivi legati alla: deposizione, caduta, morte e separazione.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma