Mostra finale dei progetti e i lavori realizzati dagli artisti durante la loro residenza

La Real Academia de España en Roma apre le sue porte al pubblico con  la mostra Processi 146, che presenta i progetti e i lavori realizzati dagli artisti durante la loro residenza presso l'Accademia nella stagione 2018/2019. 

Gli artisti residenti, 23 in tutto, tra spagnoli, italiani e latinoamericani, sono i vincitori dell'annuale concorso indetto dal Ministero degli Affari Esteri spagnolo, e sono stati chiamati a realizzare un progetto dedicato all'Italia ed in particolare alla città che li ospita. Roma, dunque, è al centro della loro ricerca, che va dalla fotografia al cinema, dalle opere pittoriche al teatro, dalla letteratura agli oggetti di design, dall'arte figurativa alle performance, dalla storia dell'arte alle tecnologie multimediali, mettendo in mostra tutta la loro creatività.

Sono già 966 i borsisti che sono stati ospitati alla Real Academia dall'anno della sua fondazione avvenuta nel 1873, un lungo percorso che ha visto l'Academia diventare una delle residenze più importanti di Spagna, sviluppando un ruolo fondamentale nella formazione di numerose generazioni di artisti e intellettuali spagnoli e ibero americani.

La mostra rappresenta anche l'opportunità di visitare un complesso monumentale solitamente chiuso al pubblico, con i suoi grandi tesori nascosti, come il chiostro, i giardini, la terrazza, il salone dei ritratti e la sala da pranzo del piano nobile.

ELENCO ARTISTI RESIDENTI STAGIONE 2018/2019

Jose Ramón Amondarain, Pittura

Taxio Ardanaz, Pittura

Itziar Barrio , Video-Creazione

Igor Bragado, Architettura

Andrea Canepa, Scultura

Nicolás Combarro, Fotografia

Isolina Díaz, Conservazione e Restauro dei Beni Culturali

Lara Dopazo, Letteratura

Silvia Fernández, Disegno

Mª Angeles Ferrer Forés, Musica e musicologia

Pablo Fidalgo, Arte Scenica

Pedro G. Romero, Arte e nuove tecnologie

Begoña Huertas, Letteratua

Julia Huete, Fumetti

María Moraleda, Conservazione e restauro dei beni culturali

George Portillo, Letteratura

Marta Ramos-Yzquierdo, Museologia, Curatoriato e Mediazione Artistica

Estíbaliz Sádaba, Video-Creazione

Fernando Sánchez-Cabezudo, Arti Sceniche

Borja Santomé, Cinema

Anna Talens, Scultura

Maria del Mar Villafranca, Storia dell'arte

Antonio Vizcaíno, Archivio e documentazione

REAL ACADEMIA DE ESPAÑA EN ROMA

Da oltre 100 anni, la Real Academia de España en Roma continua a proporsi come centro di creazione artistica e di produzione di conoscenza. Un punto d'incontro per gli artisti che sviluppano i loro progetti immersi fra la tradizione di questo complesso monumentale e la costante innovazione di una società globale e tecnologica.

920 borsisti hanno vissuto insieme a Roma, facendo nascere relazioni in un contesto di permanente retro alimentazione che rappresenta uno dei suoi segni d'identità. Da tre anni è stata dotata di un contributo alla produzione da parte dell'Agenzia Spagnola di Cooperazione Internazionale per lo Sviluppo. Ciò la rende una delle più importanti residenze artistiche della Spagna, simile ad altri centri di creazione di rilevanza internazionale (www.aecid.es/ES/becas-y-lectorados). Dal 1873 l'Accademia ha ricoperto un ruolo fondamentale nella formazione di numerose generazioni di artisti ed intellettuali spagnoli e ibero-americani. Oggi continua a essere uno strumento essenziale della politica culturale estera spagnola. Una piattaforma di proiezione internazionale della creatività che promuove il legame culturale con l'Italia e con il resto d'Europa e l'Ibero-America. Inoltre, può contare su alcune infrastrutture per un'offerta culturale diversificata, plurale e per ogni tipo di pubblico, in una posizione eccezionale della città come quella del complesso monumentale di San Pietro in Montorio, nel quale spicca il Tempietto del Bramante, elemento chiave dell'architettura rinascimentale e della storia della Spagna.


Parteciperai? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma