La stazione della Capitale, il maggiore scalo ferroviario del Paese per grandezza e traffico, oltre che uno fra i principali d'Europa, celebra i suoi sette decenni di storia iniziati il 20 dicembre 1950, con l'inaugurazione del Dinosauro, la pensilina su piazza dei Cinquecento. Simbolo della voglia di ripartenza, in un'Italia ancora alle prese con le conseguenze della guerra, il Dinosauro e la nuova Stazione hanno cambiato il volto della vecchia Termini attiva fin dal 20 aprile 1873, e hanno rappresentato un esempio di modernità nel mondo.

Dal 20 dicembre 2020, e fino a gennaio 2021, Roma Termini si racconta con una mostra fotografica diffusa. Installazioni, video e immagini, la maggior parte conservati nell'archivio della Fondazione FS Italiane, che ricordano storie, aneddoti e curiosità della stazione capitolina. Fra le immagini esposte, anche alcuni scatti social di Railway Heart, la rubrica fotografica di Ferrovie dello Stato Italiane.

L'atrio e la galleria gommata ospitano 5 installazioni, di cui 4 esagonali ed una pentagonale, ciascuna con una tematica specifica, mentre da piazza dei Cinquecento, sul lato esterno delle vetrate dell'atrio, sono visibili 15 vetrofanie con immagini storiche in bianco e nero.

Un viaggio che continua anche sui social network, attraverso l'hashtag #Termini70, con il quale è possibile condividere i propri ricordi sulla stazione.

Informazioni, orari e prezzi

Mostra sempre visibile

CONTATTI
Call Center Trenitalia 892021
Sito web: www.fsitaliane.it/content/fsitaliane/it/media/comunicati-stampa/2020/12/20/fs-italiane---roma-termini--70-anni-fra-storia-e-innovazione.html
Hashtag: #Termini70

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Mostre