La mostra Sguardi su Roma presenta al pubblico una selezione di opere di Sergio Ceccotti dedicate alla "città eterna", realizzate negli ultimi vent'anni.
Coinvolgenti ed enigmatiche, le tele dell'artista nascondono un piccolo mistero da risolvere che si cela dietro la presenza di una mano o di persone raffigurate di spalle o semplici oggetti poggiati sul tavolo, come se qualcosa dovesse avvenire da un momento all'altro.

Scrive Gabriele Simongini: "Una Roma avvolta perennemente nelle avventure di una luce dolce e plastica al tempo stesso, percorsa da enigmi e thriller quotidiani che irrorano ogni scena di un senso di attesa, come se qualcosa di indefinibile sia sempre sul punto di accadere. Potremmo parlare per la sua pittura di una quotidianità metafisica capace di creare una osmosi fra l'eredità del Pictor Classicus e del minimale esistenzialismo pittorico di Hopper, da una parte, e dall'altra il cinema noir degli anni Cinquanta o generi ritenuti minori, come il fotoromanzo, le strisce a fumetti (Diabolik) e i disegni dell'illustratrice della "Settimana Enigmistica", Maria Ghezzi. E poi non si può capire questo pittore colto, elegante ed appartato, innamorato dei misteri che si nascondono nel visibile, se non si afferra la sua raffinata ironia che prende le distanze da qualsiasi retorica tronfia e dal rischio dell'autocompiacimento". (dal testo in catalogo di Gabriele Simongini)

Biografia:
Sergio Ceccotti, nato a Roma nel 1935, svolge la sua attività tra Roma e Parigi. Allievo di Oskar Kokoschka a Salisburgo nel 1956 e 1957 e dei corsi di disegno dell'Accademia di Francia a Roma dal 1956 al 1961.
A Parigi, dove dal 1977 al 2024, ha tenuto tredici mostre personali, ha lavorato per 23 anni con la galleria Alain Blondel. Le Opere pittoriche di Sergio Ceccotti sono conservate in varie raccolte pubbliche, tra cui la Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, i Musei Vaticani- Collezione d'Arte Religiosa Moderna , lo Staatliches Lindenau Museum di Altenburg , le gallerie comunali d'Arte Moderna di Bologna e di Arezzo, il Museo d'arte contemporanea Renato Guttuso di Bagheria.

INAUGURAZIONE | giovedì 9 maggio 2024
DURATA | dal 9 maggio al 31 maggio 2024
ORARI | dal Lunedì al Venerdì 10-13 / 16-19.30 Sabato 10-13 LUOGO | Galleria Fidia, Via Angelo Brunetti, 49 – Roma ORGANIZZAZIONE | Giulia Linari
CONTATTI | 063612051 - 3381359307 - info@artefidia.com

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Mostre