L'Arte perduta del disegno

La mostra raccoglie disegni e bozzetti inediti della Scuola di Architettura provenienti dalla collezione del Fondo Storico dell'Accademia.

La collaborazione tra le due istituzioni ha permesso la possibilità di mostrare una serie di disegni inediti, provenienti dall'Archivio storico dell'Accademia, realizzati da una serie di studenti - molti dei quali poi divenuti famosi architetti – oltre un secolo fa, quando la scuola di architettura era presente nell'istituzione, prima della "secessione" nel 1929, come facoltà universitaria.

Giuseppe Sacconi, Manfredo Emanuele Manfredi, Guido Cirilli, Marcello Piacentini e altri ancora, sono i nomi dei presenti, tutti impegnati nelle più radicali trasformazioni urbanistiche della "nuova" Capitale nel '900, che si formarono nel Ferro di Cavallo di via di Ripetta, e di cui si mettono in mostra i saggi finali di diploma: dettagli architettonici di edifici della città, progetti per opere monumentali, per mostrare l'importanza progettuale del disegno, unitamente alla sua capacità di migliorare e ampliare la percezione del reale, anche come monito sul senso della formazione degli architetti di oggi.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma