Bi personale di Cinzia Bevilacqua e Alessandro Montanari

Dal 29 Novembre al 09 Dicembre Palazzo Velli Expo ospita la mostra

"Uno Sguardo Dentro" che fa parte del progetto, ideato da Alessandro Montanari.

Il progetto nasce dal desiderio di dare voce, attraverso dipinti e fotografie, a ragazzi, uomini e donne con una disabilità fisica e mentale più o meno grave, che pur vivendo le loro problematiche cercano di trovare la propria dimensione.

Il progetto si rafforza trovando un maggiore significato poiché quest'anno cade il quarantesimo anno della legge 180, la legge BASAGLIA per l'abolizione dei manicomi, che ha restituito diritti e dignità al "matto".

"....Far crescere la consapevolezza che quando sta bene uno di questi ragazzi, stanno bene molte altre persone, le famiglie, il condominio, il quartiere. L'intera società diventa più sana e migliore....." cit. Dario D'Ambrosi nel discorso alle Nazioni Unite.

In questa rassegna si inserisce la mostra di pittura e di fotografia "Uno sguardo dentro", con l'obiettivo di indagare attraverso un'occhio artistico l'universo emotivo che accomuna "noi" all'"altro". A questa mostra lavorano in sincronia Fotografo e Pittrice, i quali utilizzano due strumenti/mezzi espressivi diversi tra loro con lo scopo comune di emozionare chi guarda.

Pittura e Fotografia hanno la capacità di interpretare in modo diverso ciò che vedono:

non c'è dunque competizione fra questi due mezzi espressivi, ma collaborazione e simbiosi, per restituire allo spettatore tutto il mondo che si cela dietro un semplice sguardo.

Durante l'inaugurazione saranno presenti i ragazzi del Teatro Patologico*, che attraverso dei "flashmob" improviseranno dei pezzi teatrali.

* Il Teatro Patologico é diretto dal suo fondatore Dario D'Ambrosi, uno dei maggiori artisti d'avanguardia italiani, si occupa di creare un punto di contatto tra il teatro e il mondo della malattia mentale, per ragazzi con gravi problemi psichici. Il progetto è in collaborazione con l'università "Tor Vergata" ed è il 1° corso universitario al Mondo di "Tatro Integrazio all'Emozione". Il Teatro Patologico ha portato in scena il 5 dicembre 2018 "MEDEA" di EURIPIDE , per la giornata mondiale della disabilità al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite a New York.

La mostra sarà accompagnata -il giorno dell'inaugurazione – da un'installazione musicale a cura di Bruno Marinucci "la voce di una chitarra, la voce della follia".

Interverranno Paolo Linetti - Direttore della Collezione Orientale Museo Mazzocchi, Adriano Primo Baldi – Presidente ADAC – e Dario D'Ambrosi – Creatore e Direttore Teatro Patologico -.

ALESSANDRO MONTANARI

Fotografo romano classe 1981 con una grande passione per la

ritrattistica, si forma presso le Officine Fotografiche di Roma, con una qualifica specifica in fotografia psicologica. Amante del bianco e nero, sviluppa il suo stile da ritrattista per progetti di Belle Arti. Affascinato dall'osservazione e dalla comprensione di come le persone entrano in contatto con lo spazio circostante, crede nella fotografia di strada come il principale motore per ottenere risposte.

CINZIA BEVILACQUA

Dopo la prima formazione presso il liceo artistico Vincenzo Foppa di Brescia, ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del prof. Goffredo Trovarelli.

La formazione fiorentina e le successive esperienze di approfondimento degli stili antichi e delle tecniche più svariate, hanno portato Cinzia Bevilacqua a preferire la tecnica olio,

cimentandosi, comunque, anche nella tempera e nella pittura su vetro. Da questi ultimi esperimenti sono nate alcune copie e d'apres assai apprezzate, soprattutto presso la committenza ecclesiastica. Pittrice di intensa poesia si è segnalata in diverse manifestazioni e presso molti premi internazionali dove ha riscosso il favore della critica, che ne ha evidenziato la fresca vena narrativa, la vivacità descrittiva e, specie nei ritratti, una sensibilità introspettiva di affascinante profondità. Di sua mano sono numerosi ritratti

del mondo della cultura e dello spettacolo; alcune sue opere sono presenti in prestigiose collezioni. Selezionata per il Volume "Brescia Le Protagoniste" di Enrico Bazzani con il patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati. Di lei hanno scritto:

Vittorio Sgarbi, Roberto Armenia, Giuseppe Fusari, Adriano Primo Baldi, Giovanna Galli, Paolo Zauli, Michele Fuoco, Luciano Spiazzi, Evaristo Bodini, Mauro Corradini, Fausto Lorenzi, Enrico Bazzani. È apparsa in Italia e all'estero in mostre personali e collettive insieme con: Reggiani, Dorazio, Luino, Del Pezzo, Ferroni, Luporini, Tonelli, Abbozzo, Cappelli, Annigoni.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma