Una festa per il tredicesimo numero della rivista

Una festa per il tredicesimo numero della rivista Fabrique du Cinéma. Un numero fortunato come è fortunata l'esperienza di questa rivista dedicata al nuovo cinema italiano che supera i 3 anni di attività. L'evento si terrà al Capitol Club di Roma, location esclusiva e ideale per il grande intrattenimento.

Tanti gli ospiti della serata a partire da VELOCE COME IL VENTO, il film di Matteo Rovere in sala dal 7 aprile, che Fabrique du Cinéma ha deciso di sostenere ospitandone il lancio. Un film di genere con un cast strepitoso: Stefano Accorsi e la sorprendente Matilda De Angelis. Poi spazio alla musica con i talentuosi MOSEEK emersi nella scorsa edizione di X-Factor. A seguire FRANK SENT US proporrà il suo nuovo show. E ancora la danza di EFFETTO DOMINO, le mostre di giovani fotografi di cinema, l'esposizione delle copertine da collezione di Lo Chiamavano Jeeg Robot realizzate da Leo Ortolani, Roberto Recchioni, Giacomo Bevilacqua e Zerocalcare. Una serata stile Fabrique du Cinéma dove cinema, musica, arte figurativa e danza si fondono dando vita a un evento unico e inimitabile.

L'evento sarà preceduto, alle 19.00, dalla tavola rotonda "I generi cinematografici, la loro riscoperta ed evoluzione nel panorama italiano". Tra i relatori: Manuela Cacciamani e Stefano Lodovichi produttrice e regista di In fondo al bosco, Angelo Licata regista di Closer, Cosimo Alemà regista di Zeta – Il film, Gianluca Arcopinto per il film di Ludovico Di Martino Il nostro ultimo, Giorgio Bruno per Deprivation.

In questo numero della rivista aperto dalla cover di Stella Egitto, la rubrica Opera Prima è dedicata a Lo chiamavano Jeeg Robot, Ruggero Deodato, autore di Cannibal Holocaust, è la rubrica Icona, Vincenzo Alfieri è il regista del futuro. Si parla poi di effetti speciali con La corrispondenza di Tornatore e del documentario di Adele Tulli; e ancora il videoclip di Max Gazzè, la street art di Uno, il fumetto di Gipi. Focus sui giovani attori nel dossier con Valentina Melis, Federico Lepera, Valeria Perri, Andrea Lattanzi, Luca Di Giovanni, Teresa Romagnoli.

PROGRAMMA

Ore 19.00 Tavola rotonda "La riscoperta dei generi cinematografici in Italia e la loro evoluzione"

Ore 20.00 Aperitivo e dj set

Ore 21.30 Presentazione della rivista FABRIQUE DU CINÉMA n.13 con i protagonisti del numero

Presentazione del film Veloce come il vento di Matteo Rovere con Stefano Accorsi

Presentazione dello spettacolo teatrale Il professionista di Tommaso Agnese

Presentazione trailer

Ore 22.00 Performance di danza EFFETTO DOMINO

Ore 22.30 Concerto live dei MOOSEK

Ore 23.30 Performance audio-video FRANK SENT US

Ore 00.30 Djset Diego De Gregorio

VELOCE COME IL VENTO è un film di corse automobilistiche italiano. Matteo Rovere regista, sceneggiatore e produttore ha avuto il coraggio di affrontare un genere tipicamente americano (la grande storia sportiva, la parabola del perdente in stile Rocky) e cercare di trasporlo nel nostro cinema. Scritto e girato in Italia, il film è uno dei tentativi più ambiziosi e riusciti di fare cinema di intrattenimento, con uno Stefano Accorsi spalla d'eccezione di una sorprendente Matilda De Angelis. Il personaggio di Accorsi è ispirato al pilota di rally Carlo Capone, ritiratosi dalle gare nel momento di ascesa della sua carriera (Italia, 119', in sala dal 7 aprile).

MOSEEK Uno show durante il quale alla musica si aggiungono luci, scenografie e presenza scenica teatrale. Il batterista Davide Malvi usa un set fatto di batteria e drum machine, il bassista Fabio Brignone suona anche i synth ed effetti, la cantante e front girl Elisa Pucci suona la chitarra ed il timpano. Dopo il bellissimo viaggio ad X Factor 2015, stanno lavorando al nuovo album, forse ascolteremo qualcosa in anteprima?

FRANK SENT US Tornano con un nuovo ed esaltante set che li vede maturare e aumentare di potenza! Un gruppo con tanto di chitarrista (Mastro), bassista (Orang3) e batterista/beat maker (Frenetik Beat), che insieme a un eclettico video performer (Frank Sandrello), dà vita a uno show coinvolgente di immagini e note.

EFFETTO DOMINO Uno spettacolo in cui scambio, comunicazione e condivisione sono il comune denominatore. Durante gli eventi si alternano alcuni fra i coreografi e i ballerini professionisti più interessanti della scena italiana e ognuno in base al proprio stile presenterà un progetto coreografico unico e nuovo!

TRAILER LUNGOMETRAGGI

Zeta di Cosimo Alemà. Hip hop e una generazione "orfana" che sta "in mezzo alle cose come un errore", in una Roma "che certo non è da cartolina": sono gli ingredienti del film di Cosimo Alemà, il più famoso regista di videoclip italiano. In sala dal 28 aprile.

Sp1ral di Orazio Guarino. Interpretato senza risparmio da Marco Cocci, racconta la vicenda del celebre e combattuto regista Matteo Moella che da New York fa ritorno al paese natale dopo la morte del padre. In sala dal 21 aprile.

TRAILER CORTOMETRAGGI La Condanna di A. Massine, Saint Seya New Confessions di R. Riande

TEATRO Presentazione de "Il professionista" di Tommaso Agnese, il primo spettacolo targato Fabrique du Cinéma, una dark-comedy in scena in data unica (1 Giugno) al Teatro Sala Umberto. L'obiettivo è far emergere anche in campo teatrale il giovane talento. Presenti gli interpreti Marco Rossetti, Maurizio Tesei, Luigi Di Fiore e Antonino Iuorio.

ESPOSIZIONE Dal fumetto originale di Lo chiamavano Jeeg Robot scritto e curato da Roberto Recchioni, curatore editoriale di Dylan Dog e creatore di Orfani, con i disegni di Giorgio Pontrelli e Stefano Simeone e i personaggi ispirati a quelli del film di Gabriele Mainetti, l'esposizione delle quattro copertine da collezione realizzate da Leo Ortolani, Roberto Recchioni, Giacomo Bevilacqua e Zerocalcare.

MOSTRE FOTOGRAFICHE Le mostre del mondo del cinema di Martina Mammola, Francesca Marino e Riccardo Riande.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma