Una grande novità per bambini e famiglie

L'edizione 2018 di ArtCity, manifestazione organizzata dal Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli, con la cura di Anna Selvi, direttore dell'ufficio per il teatro e la danza, presenta una grande novità per bambini e famiglie in collaborazione con Casa dello Spettatore: I Bambini e ArtCity è un progetto che intende valorizzare e promuovere il patrimonio artistico, storico e architettonico del Polo Museale in stretta correlazione con il teatro. 

Sette siti del Polo Museale del Lazio incontrano e ospitano sette spettacoli - destinati alla fascia d'età tra i 3 e i 10 anni - per una esperienza complessiva dello sguardo in cui gli elementi di dialogo tra museo e teatro sono le tracce da seguire lungo un percorso di apprendimento collettivo. Per ogni appuntamento è prevista una particolare attività di accompagnamento alla visita museale e di introduzione allo spettacolo pensata per combinare i due momenti in maniera organica all'interno di un'occasione di crescita e di educazione partecipata.

I Bambini e ArtCity costituisce la prima fase di un progetto di "didattica della visione" che tra ottobre e dicembre 2018 coinvolgerà le scuole con una nuova programmazione destinata agli insegnanti e agli studenti. L'intervento è a cura dell'associazione culturale Casa dello Spettatore che si occupa a livello nazionale di formazione del pubblico e di educazione al teatro, con particolare attenzione alle giovani generazioni e al rapporto con la scuola.

Villa Lante a Bagnaia ospita Storia d'amore e alberi (8 luglio - ore 19.00) liberamente ispirato a L'uomo che piantava gli alberi di Jean Giono, racconto di un grande uomo, piccolo giardiniere di Dio, e della sua poetica resistenza e ostinata generosità, di Luigi D'Elia e Francesco Niccolini - INTI. [dai 6 anni]

Scena Verticale presenta il 18 luglio - ore 21.00 Il diario di Adamo ed Eva nel giardino del Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative, il Costume e la Moda dei secoli XIX e XX a Roma: una dissertazione sulle relazioni tra uomo e donna attraverso le armi dello humour e del nonsense. [dai 6 anni]

Il Museo delle Navi Romane a Nemi ospiterà un grande racconto sul Tempo attraverso le diverse teorie storico-scientifiche con un narratore d'eccellenza: Crono - il dio del Tempo, in L'universo è un materasso. E le stelle un lenzuolo della Compagnia del Sole (13 agosto- ore 21.00). [dai 6 anni]

Tratto da un racconto popolare zigano, Il fiore azzurro della Compagnia Burambò affronta i temi dell'accettazione del diverso, del coraggio necessario per superare le avversità della vita, dell'amicizia. Al Museo Archeologico Nazionale di Tarquinia il 25 agosto- ore 19.00. [dai 6 anni]

Nascita di Roma è una storia di amicizia tra un fico, un picchio e una lupa e della loro lotta per la sopravvivenza nella società contemporanea: uno spettacolo divertente per rivivere le vicende di Romolo e Remo, del gruppo O Thiasos Teatro Natura ambientato al Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo a Roma (1 settembre - ore 19.00). [dai 6 anni]

Ode alla vita della Compagnia Rodisio all'Abbazia Greca di San Nilo a Grottaferrata il 2 settembre - ore 19.00 è dedicata a chi sa sognare e a chi vuole guardare il bello che ci circonda, e si conclude con una festa da ballo animata dall'energia del pubblico. [dai 3 anni]

La Sala del Mappamondo di Palazzo Farnese a Caprarola è la sede di La scoperta dell'America di Teatro delle apparizioni da un racconto di Cesare Pascarella scritto all'indomani dell'Unità d'Italia: dal sogno della partenza all'illusione del ritorno, uno sguardo sulla costanza e la tenacia di un navigatore (7 settembre - ore 19.00). [dagli 8 anni]

Le attività sono aperte a gruppi di 20 bambini al massimo e iniziano due ore prima dello spettacolo. L'accesso è gratuito per i bambini. Gli adulti possono accedere con il biglietto d'ingresso del sito, ove presente.

Programma

domenica 8 luglio ore 19.00 | Narrazione | Bagnaia

Dai 6 anni. Durata 60 minuti circa.

STORIA D'AMORE E ALBERI

Liberamente ispirato a L'UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI

di Jean Giono

di Francesco Niccolini

con Luigi D'Elia

regia Francesco Niccolini e Luigi D'Elia

scene Luigi D'Elia

con l'amichevole collaborazione di Enzo Toma, Luci Paolo Mongelli

una produzione Thalassia

distribuzione INTI

Terzo classificato Premio Nazionale EOLO Awards 2011 per il Teatro Ragazzi, Menzione speciale al Festival Festebà 2011

Ai giardinieri di Dio Un piccolo uomo dal passo da pinguino entra in sala, si aggira nello spazio, chiede conferma a chiunque incontri che lì troverà dei bambini, che quello è un teatro, una scuola, un festival, una piazza. È un po' confuso e soprattutto sporco. Ha una valigia recuperata chissà dove, tenuta insieme da spago e ricordi. Un barbone, verrebbe da pensare. Eppure quando parla sa essere molto tenero, e ti vien voglia di ascoltarlo, tanto sembra indifeso e bisognoso di aiuto. Ma chi è? Quando la sala è piena, guarda i bambini, tira un grosso sospiro e insieme alla sua valigia e alla sua strana andatura va in proscenio. È emozionato: vorrebbe parlare ma ha paura. Non trova il coraggio di iniziare. Poi, finalmente, attacca e racconta, racconta, racconta… racconta di nuvole perdute, cieli e montagne, ma soprattutto racconta di un grande uomo, piccolo giardiniere di Dio, della sua poetica resistenza e della sua ostinata generosità.

Racconta dell'uomo che piantava gli alberi.

Villa Lante - Via Jacopo Barozzi, 71 - 01100 località Bagnaia (VT)

tel +39 0761 288008

Per info e prenotazioni tel. 345.5523049 – 333.4954424

mercoledì 18 luglio ore 21.00 | Teatro d'attore | Roma

Dai 6 anni. Durata 60 minuti circa.

IL DIARIO DI ADAMO ED EVA

di Dario De Luca

liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Mark Twain

con Elisabetta Raimondi, Lucchetti e Davide Fasano

assistenza alla regia Gianluca Vetromilo

La guerra dei sessi è antica quanto l'umanità. Ed è quello che scopre Mark Twain traducendo il manoscritto originale – come lui racconta con il suo consueto senso dell'umorismo – dei diari di Adamo ed Eva. Partendo da questa "storica" traduzione, lo spettacolo racconta le inquietudini ed il modo di pensare dei primi due abitanti del pianeta, Adamo ed Eva, che cercheranno di intendersi nonostante le loro evidenti diversità. Trasformeremo una storia di costole, serpenti e mele in una dissertazione sulle relazioni tra uomo e donna usando le armi dello humor e del nonsense.

Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative, il Costume e la Moda dei secoli XIX e XX – Giardino - Via Boncompagni, 18 Roma

tel. +39 06 42824074

Per info e prenotazioni tel. 345.5523049 – 333.4954424

lunedì 13 agosto ore 21.00 | Narrazione | Nemi

Dai 6 anni. Durata 60 minuti circa.

L'UNIVERSO È UN MATERASSO. E LE STELLE UN LENZUOLO

diretto e interpretato da Flavio Albanese

scritto da Francesco Niccolini

collaborazione artistica e luci Marinella Anaclerio

scena da un idea di Marco Rossi e Paolo Di Benedetto

assistente alla regia Vincenzo Lesci

foto e video DIANE Ilaria Scarpa Luca Telleschi

consulenza scientifica Prof. Marco Giliberti

consulenza musicale Roberto Salah-addin ReDavid

Questo è il grande racconto del Tempo, diviso in quattro Capitoli. Il primo racconta il tempo in cui il Tempo non esisteva ancora: l'origine del tutto attraverso il mito, in particolare la teogonia di Esiodo. Il secondo descrive il tempo in cui la realtà era ciò che il buon senso e l'occhio umano potevano cogliere: al mattino il Sole nasce a est, la sera tramonta a ovest, dunque il Sole gira intorno alla Terra. Il tempo di Aristotele e Tolomeo. Il terzo racconta la rivoluzione copernicana in cui l'uomo scopre che la realtà non è quella che sembra. Ovvero: il Sole è il centro del mondo e la Terra immobile non è. L'ultimo è sul Novecento, da Einstein ai Quanti, quando l'uomo ha compreso che non solo le cose non sono come sembrano, ma probabilmente tutto – come in teatro – è solo illusione. Tutto questo raccontato da Crono - il Tempo in persona - prima imperatore dell'Universo e poi, sconfitto dal figlio Zeus, sempre più in disparte. Fino a sparire.

Museo Nazionale delle Navi Romane - Via del Tempio di Diana, 13 - 00040 Nemi (RM)

Tel +39 06 9398040

Per info e prenotazioni tel. 345.5523049 – 333.4954424

sabato 25 agosto ore 19.00 | Narrazione e teatro di figura | Tarquinia

Dai 6 anni. Durata 60 minuti circa.

IL FIORE AZZURRO

di e con Daria Paoletta,

costruzione del pupazzo Raffaele Scarimboli

consulenza artistica Nicola Masciullo

da un racconto popolare zigano

Un viaggio attraverso la storia di un popolo, quello tzigano, attraverso l'accettazione del diverso, il superamento delle avversità della vita, l'amicizia e la capacità di immaginare che il proprio destino non sia scritto ma è in continuo cambiamento. Tzigo, il pupazzo protagonista della storia, decide di mettersi in cammino sulla strada 'alla ricerca della fortuna e della felicità'. Un viaggio iniziatico, una ricerca identitaria. La narratrice accompagna Tzigo che dal bosco si ritrova a casa della strega, dalla tomba della sua mamma alla caverna dei nanetti. Attraverso le stagioni, il giorno e la notte e l'incontro con alcuni aiutanti magici, parla del tempo della crescita, delle paure e dei silenzi, e di alcune domande. Cosa sono la fortuna e la felicità? Cosa significa essere zigano, oggi? Chi ha scritto la sua storia? Una fiaba a teatro per condurre anche i più piccoli alle domande della vita, senza retorica, senza da un racconto popolare zigano

Museo Archeologico Nazionale - Piazza Cavour 1 - 01016 Tarquinia (VT)

tel +39 0766 856036

Per info e prenotazioni tel. 345.5523049 – 333.4954424

sabato 1 settembre ore 19.00 | Prosa | Roma

Dai 6 anni. Durata 60 minuti circa.

NASCITA DI ROMA.

LA NASCITA DI UNA CITTÀ DALL'AMICIZIA TRA GLI ESSERI VIVENTI

con Veronica Pavani, Camilla Dell'Agnola,Andrea Maurizi

drammaturgia e regia di Sista Bramini

costumi di Chiara Nordio

burattini di Marilena Muratori

luci in teatro di Carlo Oriani

Un fico, un picchio e una lupa alquanto malmessi vengono a sapere che il bosco nel quale vivono sta per essere tagliato. Al suo posto sorgerà un centro commerciale! I tre, disperati, in un sussulto di orgoglio, decidono di creare uno spettacolo per raccontare come i loro antenati, divennero geni protettivi di Roma. Furono loro a salvare i due gemellini, Romolo e Remo, urlanti in una cesta mentre stavano per affogare tra i flutti del Tevere! Fidando nella capacità del teatro di commuovere gli animi e scuotere le coscienze i tre cominciano le prove. Riacquistate miracolosamente le energie e le abilità di un tempo - grazie alle invocazioni degli dei antichi o al loro ritrovato entusiasmo? -, con canti, balli, litigi, capacità istrionica e momenti poetici i nostri eroi rievocheranno tutta l'incredibile vicenda: dalle profezie sul destino di Roma fino al drammatico litigio tra Romolo e Remo prima della fondazione di Roma....

Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo - Lungotevere Castello, 50 - 00193 Roma

tel. +39 06 6819111

Per info e prenotazioni tel. 345.5523049 – 333.4954424

domenica 2 settembre ore 19.00 | Prosa senza parole con musica | Grottaferrata

Dai 3 anni. Durata 60 minuti circa.

ODE ALLA VITA

di e con Manuela Capece e Davide Doro

produzione Compagnia Rodisio

in collaborazione con Unicorn Theatre, Espace600, Teatro alla Corte/UOT, Centre d'Animation de la Cité

Una coppia di simpatici vecchietti racconta la propria vita quotidiana, fatta di semplicità e purezza dei sentimenti. Calma apparente, ma solo al primo sguardo. Lo spettacolo, infatti, ci rivela la meraviglia e lo stupore nelle piccole cose prima di esplodere in un'inaspettata allegria, in un vortice di brio e di vivacità, fino a debordare nell'immaginazione, nella forza della creatività e nella follia dell'arte. Un'ode alla vita in piena regola dedicata a chi sa sognare e a chi vuole guardare il bello che ci circonda, che si conclude con una festa da ballo animata dall'energia del pubblico. Un vecchio e una vecchia ci raccontano la loro vita, senza parole. Hanno una meravigliosa piccola storia da raccontare. Sono fragili e forti al tempo stesso. Fatti di puro spirito, libertà e anarchia. Sono pieni di felicità e gioia. E ci raccontano di piccoli e profondi sentimenti. Ci raccontano della bellezza, con purezza e grazia. E follia.

Abbazia Greca di San Nilo - Corso del Popolo, 128 - 00046 Grottaferrata (RM)

tel. +39 06 9459309

Per info e prenotazioni tel. 345.5523049 – 333.4954424

venerdì 7 settembre ore 19.00 | Narrazione | Caprarola

Dai 8 anni. Durata 50 minuti circa.

LA SCOPERTA DELL'AMERICA

SOLO PATATE E TIGNA

di e con Valerio Malorni

scene e consulenza alla regia di Fabrizio Pallara

tratto da Cesare Pascarella

Un uomo e la sua avventura, un viaggio verso ciò che ancora non si conosce; un racconto intimo, in una cucina, dentro la quotidianità e i gesti semplici. Come una fiaba presa tra le maglie della Storia la scoperta del nuovo mondo diventa occasione per guardare alla condizione dell'essere umano, alla sua natura tra vizi e talenti. Le speranze, le opportunità, le delusioni vengono attraversate in una narrazione tra realtà e fantasia.

Il lavoro, scritto da Cesare Pascarella all'indomani dell'Unità d'Italia, evidenzia con affetto le qualità della cultura e del carattere italiano. Cinquanta sonetti in cui la musica delle parole, in romanesco semplice e diretto, dà forza e valorizza un racconto lontano. Dal sogno della partenza all'illusione del ritorno, uno sguardo sulla costanza e la tenacia di un navigatore.

Palazzo Farnese - Sala del Mappamondo - Piazza Farnese, 1 - 01032 Caprarola (VT)

tel. 0761 646052

Per info e prenotazioni tel. 345.5523049 – 333.4954424

Appartiene ad un evento principale:

  • Dal 08/07/2018 al 07/09/2018
  • Rassegne
  • In città
  • 4
  • 1201

Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma