La rassegna per dire basta alla violenza sulle donne

Domenica 3 aprile al Teatro Italia di Roma torna "IN PUNTA DI DONNA", la rassegna che, attraverso l'arte, lancia un messaggio chiaro e deciso: stop a qualsiasi forma di violenza fisica, verbale, psicologica nei confronti dell'universo femminile.
L'iniziativa, patrocinata dal Ministero dell'Interno, dalla Regione Lazio, dal Consiglio regionale del Lazio e dall'Assessorato alla cultura del II Municipio, prevederà nel corso della giornata l'esibizione sul palco di molte scuole di Roma e provincia.
Per la prima volta invece, l'evento sarà arricchito dal PREMIO COREOGRAFICO, assegnato da due giudici d'eccezione: i ballerini e coreografi Kristian Cellini e Vittorio Di Rocco.
Madrina dell'evento l'Etoile del Teatro dell'Opera di Roma Gaia Straccamore.
"IN PUNTA DI DONNA" è un'iniziativa artistica che, attraverso le modalità dell'espressione creativa, cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica, le Istituzioni, le famiglie, i giovani, verso le dimensioni del femminile, contro ogni forma di violenza.
La donna spesso vive la propria storia in conflitto con la società a causa di pregiudizi, stratificazioni culturali, differenze di genere che colpiscono intimamente la sua libertà.
Creare significa costruire basi solide per un futuro che ci veda fra gli essere umani in sintonia e complementari.
La kermesse diretta da Giulia Antonini, presentata da Niccolò Carosi e organizzata da Roma Restyle, l'associazione culturale che opera nel territorio dal 2007 inizialmente come comunità giovanile, coordinata dal giovane regista Michele Vitiello, ha un grande obiettivo: portare a teatro famiglie, ragazzi, ovvero i grandi del domani, e sensibilizzarli su un tema di cui si parla sempre troppo poco e spesso quando ormai è troppo tardi. Risvegliare le coscienze godendosi una straordinaria giornata di danza e cultura.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma