Materiali di Antropologia Visiva

Il Convegno-Rassegna MAV, storico appuntamento biennale di antropologia visiva, ideato da Diego Carpitella nel 1985 al Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari, è stato ripreso nel 2010 all'Università di Roma "Sapienza". Le edizioni del 2012, 2014 e 2016 sono state organizzate dall'Università in collaborazione con l'Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia.

L'edizione di MAV 2018 è organizzata dall'Università e dall'Istituto, in collaborazione con il Museo delle Civiltà - Museo delle Arti e Tradizioni Popolari "Lamberto Loria", e si articola in tre giornate. Ogni giornata ha come incipit un film "capostipite" di un autore classico del cinema di ambito etnografico, che introduce il tema della giornata e che fornisce il collegamento con una storia degli studi di antropologia visiva e di etnografia filmica.

I temi proposti per questa edizione sono:

-  Etnografia condivisa (Jean Rouch, Moi un noir)

-  Cinema etnografico come strumento di ricerca scientifica (Diego Carpitella, Cinesica 2 - Barbagia)

-  Etnografia delle migrazioni (Vittorio De Seta, Lettere dal Sahara)

Come per le altre edizioni, il cospicuo numero di film presentati testimonia l'interesse che si è ormai consolidato verso la rassegna. L'emigrazione e l'integrazione, insieme a diversi esempi di etnografie della contemporaneità costituiscono le tematiche portanti della rassegna. Non manca una particolare attenzione alla sperimentazione dei linguaggi e della tecnologia insieme ad alcune proposte di uso del cinema come strumento di ricerca scientifica, un focus particolarmente caro a Diego Carpitella.

A cura di Emilia De Simoni, Laura Faranda, Francesco Giannattasio, Giovanni Giuriati, Antonello Ricci.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma