R21 - Sguardo all'insù, mostra fotografica di Gianluca Fiore

Settima edizione di Open House Roma, la manifestazione che ogni anno in un solo weekend consente l'apertura gratuita di centinaia di edifici della Capitale, notevoli per le loro caratteristiche architettoniche.

Info e programma dettagliato sul sito web:

info

Organizzata dall'Associazione Open City Roma, anche quest'anno saranno presenti case private con progetti di interior design, studi di architettura, cantieri e tantissimi eventi collaterali.

Nel programma è prevista la mostra fotografica "R21 – Sguardo all'insù" di Gianluca Fiore". La mostra si tiene presso la Fondazione Exclusiva (via Giovanni di Castel Bolognese 81, Roma).

Date e orari: 

Sabato 12 maggio (14.00-20.00) 

Domenica 13 maggio (11.00-20.00)

Ingresso gratuito

Con "R21 - Sguardo all'insù", il fotografo Gianluca Fiore punta l'obiettivo su dieci opere di architettura contemporanea realizzate, a Roma, da dieci archistar, durante i primi decenni del ventunesimo secolo. 

Nei dieci scatti i suoi occhi sono rivolti verso l'alto.

È la visuale di chiunque si trovi di fronte alle opere di Santiago Calatrava, Zaha Hadid o Renzo Piano, ecc.

Si osservano queste nuove suggestioni così come, sempre a Roma, le volte delle architetture barocche da secoli proiettano lo sguardo in uno stupefacente infinito spaziale.

Là dove la pittura superava la superficie, oggi sono le facciate in vetro o strutture portanti d'acciaio ad annullare i confini.

Gli architetti contemporanei ci spingono ad alzare l'orizzonte visivo così da perdere il senso della realtà e cadere in una vertigine fatta di elementi che si rincorrono e moltiplicano, s'intersecano e si sciolgono nella luce.

Fiore decide di sacrificare la figura umana, a favore di spazi astratti e quest'assenza amplifica la sacralità degli edifici.

La sola protagonista è l'architettura, nella sua essenza e nella sua veridicità strutturale e concettuale.

Lo spazio è in primo piano nonostante una profondità di campo che è immensa quanto l'orizzonte.

Opere fotografate:

Città dello sport di Tor Vergata – Santiago Calatrava (ancora in costruzione), Chiesa di Dio Padre Misericordioso - Richard Meier  (2003), MAXXI – Zaha Hadid (2010), Ponte Settimia Spizzichino – Studio Solidus (2012), Città del Sole – Studio Labics (2017), Auditorium Parco della Musica – Renzo Piano (2000), Direzione Generale BNL – Studio 5+1AA (2017), Roma Convention Center - La Nuvola – Studio Fuksas (2017), Ponte della Musica - Buro Happold & Powell-Williams Architects (2011), Parrocchia San Pio de Pietralcina - Studio Anselmi & Associati (2010).  

Biografia:

Gianluca Fiore, prima di essere fotografo è architetto e ha studiato gli edifici della Roma antica sia da un punto di vista estetico che funzionale, questo lungo percorso di studi gli è stato utile per comprendere come il tessuto urbano vada di pari passo con il tessuto umano.

Perché Fondazione Exclusiva

La ricerca estetica di Gianluca Fiore è rivolta alla scoperta di quello che di bello osserva intorno a sé ed in questo trova una convergenza con FEX, che ospita la mostra.

La ricerca della bellezza e della creatività non come singoli episodi ma come sequenza di punti che formano una linea, che per FEX diventa un progetto di innovazione sociale a base culturale e di sostegno alla creatività e al genio collettivo.

Gianluca Fiore cerca il bello in tutto quello che osserva e racconta con le immagini. Invece di fare una cronaca critica e analitica della città eterna, in questo periodo lasciata molto a se stessa, fa uno sforzo cercando il nuovo bello prodotto da più menti creative dell'architettura e del design, creando una narrazione positiva che spinge verso il futuro e non verso il rimpianto.

Gianluca Fiore e FEX trovano nelle parole bellezza, creatività e collettività dei punti di incontro.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma