Si terrà dal 15 novembre al 20 dicembre 2023 la prima edizione di "VIBR@ZIONI - Itinerari tra cultura, arte e tecnologie digitali per l'inclusione", un progetto che prevede sei appuntamenti volti a proporre un modello di welfare culturale inteso come pratiche artistiche che favoriscano l'inclusione, il coinvolgimento e l'accesso di nuovi pubblici, la sperimentazione di modelli innovativi di creatività e di luoghi insoliti di aggregazione. VIBR@ZIONI vede il coinvolgimento di giovani musicisti, artisti e scienziati che realizzeranno una serie di percorsi altamente partecipativi quali lezioni spettacolo, performance sperimentali, in grado di favorire processi attivi di conoscenza e inclusione. Il percorso, con elevata componente di innovazione, sperimentazione e internazionalizzazione, in questo primo anno, si sviluppa all'interno del II Municipio di Roma in luoghi densi di significato, come l'Istituto Comprensivo Sinopoli – Ferrini, il Centro Anziani del Villaggio Olimpico, la Sala delle Balene del Museo di Zoologia, proprio per lo stretto legame storico con il territorio e con la comunità.

Vibr@zioni si fonda sul diritto del cittadino di partecipare alla vita culturale, sancito in particolare dall'articolo 27 della "Dichiarazione universale dei diritti umani" e dall'articolo 15.1 del Patto internazionale delle Nazioni Unite relativo ai diritti economici, sociali e culturali.
"Cultura" come strumento efficace per promuovere l'integrazione e la coesione sociale, per garantire la partecipazione alla vita culturale.  Accessibilità e inclusione, co-costruzione e cooperazione, collaborazione e co-decisione sono solo alcuni elementi chiave per dar vita a questi nuovi e inaspettati spazi di incontro, di aggregazione e interscambio, di sperimentazione, all'interno dei quali i partecipanti possono dare vita alla loro creatività ed espressività e, al contempo, rafforzare il loro capitale sociale e culturale, indipendentemente da condizioni diverse di partenza in termini di istruzione, reddito, provenienza e facoltà fisiche, mentali o cognitive. Crossmedialità e nuove tecnologie, incontri virtuosi tra arte e scienza, valorizzazione delle disabilità e diffusione territoriale, accrescimento delle competenze attraverso forme innovative di apprendimento, e performance, l'arte e la ricerca come beni comuni e opportunità di conoscenza e inclusione.

Si parte il 15 novembre alle pre 10.00 presso l'Istituto Comprensivo statale Sinopoli – Ferrini con I DADI DI MOZART - GIOCO, SCIENZA E CASO NELLA COMPOSIZIONE MUSICALE, a cura di Fabio Chiarello e talk con Silvia Mattoni, giornalista e Responsabile Unità Relazioni con il Pubblico del CNR; Barbara Dragoni, Unità relazioni con il pubblico del CNR e Roberto Mongardini, compositore. EXTENSIO sarà l'appuntamento del 21 novembre ore 17.00 presso la Biblioteca Europea (via Savoia 13/15) con Roberto Mongardini (compositore), Tommaso Castellano (violoncellista laureato al Conservatorio Santa Cecilia). Appuntamento poi con OLTRE I CONFINI DI TEMPO E SPAZIO: UNO SGUARDO ALLA STORIA DELLA MUSICA COLTA OCCIDENTALE il 28 novembre 2023 ore 17.00 alla Biblioteca di Villa Leopardi (via Makallè) con Roberto Squillaci e Roberto Mongardini (compositori ed esecutori). ELECTRO ACOUSTIC ROOM sarà in scena il 30 Novembre 2023 ore 16.00 presso la Sala degli Scheletri – Museo Civico di Zoologia (via Ulisse Aldrovandi, 18) con Natasha Barrett, Denis Dufour, Roberto Squillaci, Roberto Mongardini (compositori ed esecutori). Appuntamento a seguire il 6 dicembre alle ore 17.00 con PAPIER-MACHÈ: DAL CLASSICO AL CONTEMPORANEO, presso la Sala della Balena – Museo Civico di Zoologia (via Ulisse Aldrovandi, 18) con Davide Maura, Samuele Montagna, Eleonora Beschi, Gabriele Putzulu, Margherita Cappellesso, Giulia Cippitelli (chitarristi), Roberto Mongardini (compositore). Ultimo appuntamento il 20 dicembre alle ore 16.00 con la BIO - BLIND INTERNATIONAL ORCHESTRA presso il Centro Anziani del Villaggio Olimpico (via degli Olimpionici, 19).

Vibr@zioni prevede due tappe: la prima - dal 15 novembre al 20 dicembre 2023 - propone attraverso performance musicali innovative un percorso di avvicinamento alla sperimentazione più avanzata con attività di divulgazione scientifica; la seconda – che si svolgerà nel 2024 - propone, a partire da una conoscenza più approfondita della storia dei quartieri che insistono nel II Municipio di Roma e dei processi migratori collegati, un viaggio nei luoghi scelti per il progetto attraverso attività di divulgazione scientifica ed esperienze musicali e teatrali inclusive e coinvolgenti.

Il progetto, promosso da Roma Capitale - Assessorato alla Cultura, è vincitore dell'Avviso Pubblico biennale "Culture in Movimento 2023 - 2024" curato dal Dipartimento Attività Culturali e realizzato in collaborazione con SIAE. Si avvale del patrocinio del Municipio II - Assessorato alla Cultura e rapporti con le Università e della collaborazione dell'Istituto Fotonica e Nanotecnologie-CNR; dell'Istituto di Studi sul Mediterraneo-CNR e dell'Unità Relazioni con il Pubblico-CNR. Il Sistema delle Biblioteche di Roma aderisce al progetto mettendo a disposizione gli spazi della Biblioteca Europea e Biblioteca di Villa Leopardi. Gli altri enti coinvolti in quanto gestori degli spazi in cui si svolgerà la proposta sono: AGS Mercato Trieste, la Sovrintendenza Capitolina per il Museo Civico di Zoologia, Il Centro anziani del Villaggio Olimpico e l'Istituto Comprensivo statale Sinopoli-Ferrini.

il progetto si svolge nel perimetro del II Municipio e nel 2023 tocca i seguenti luoghi:
• Biblioteca Europea (via Savoia 13/15)
• Biblioteca di Villa Leopardi (via Makallè)
• Centro Anziani del Villaggio Olimpico (via degli Olimpionici, 19)
• Istituto Comprensivo Sinopoli – Ferrini (via Pietro Mascagni, 172)
• Museo Civico di Zoologia (via Ulisse Aldrovandi, 18)

Programma Vibr@zioni Edizione 2023

I DADI DI MOZART - GIOCO, SCIENZA E CASO NELLA COMPOSIZIONE MUSICALE
15 novembre 2023 ore 10,00
A cura di Fabio Chiarello
Istituto Comprensivo statale Sinopoli – Ferrini (via Pietro Mascagni, 172)
Target: studenti della scuola secondaria inferiore - Durata: 60'

Qualche lancio di dadi ed ecco un nuovo brano, composto proprio da Mozart ma mai ascoltato prima! La scoperta di un gioco di composizione automatica diventa l'occasione per un viaggio nei segreti della musica e della scienza che c'è dietro. Il tutto accompagnato dall'esecuzione dal vivo di brani originali. Lo studio della probabilità in musica è fondamentale a partire da quella barocca fino ad arrivare ai nostri tempi. Il sistema tonale si basa su processi probabilistici che prediligono alcune funzioni armoniche piuttosto che altre determinando dei centri d'attrazione che si rispecchiano nella risoluzione della "sensibile" sulla "tonica". Nella musica contemporanea il totale controllo delle probabilità rientra nel campo della "stocastica". Verrà mostrato con esempi pratici come la gestione dell'alea possa essere sfruttata per muovere masse sonore o per ottenere del materiale sonoro tramite processi algoritmici.
A cura di Fabio Chiarello, fisico e ricercatore CNR-IFN. Si occupa di dispositivi superconduttori, fenomeni quantistici macroscopici ed applicazioni quantistiche. Attivo nella divulgazione scientifica con conferenze e progetti scolastici e con la creazione di laboratori, giochi, lezioni/concerto; autore del libro "L'Officina del Meccanico Quantistico" e coordinatore del concorso per le scuole superiori "Fotonica in Gioco". La lezione Spettacolo sarà preceduta da un talk con Fabio Chiarello; Silvia Mattoni, giornalista e Responsabile Unità Relazioni con il Pubblico del CNR; Barbara Dragoni, Unità relazioni con il pubblico del CNR e Roberto Mongardini, compositore

EXTENSIO
21 novembre 2023 ore 17
Biblioteca Europea (via Savoia 13/15)
Artisti: Roberto Mongardini (compositore), Tommaso Castellano (violoncellista laureato al Conservatorio Santa Cecilia).
Target: tutti - Durata: 40'

Esecuzione musicale per violoncello solo e Live Electronics. Il progetto è il risultato di uno studio di ricerca scientifica che mira ad approfondire il rapporto tra uomo e macchina in ambito compositivo-improvvisativo, esaminando la trasduzione del gesto esecutivo musicale; in particolare, l'utilizzo di sistemi algoritmici applicabili in tempo reale come "estensione strumentale". Extensio include una raccolta di brani per violoncello e Live Electronics volta a rappresentare una presa di coscienza dell'esecutore nei confronti dell'elettronica. Viene proposta un'esafonia che circonda il pubblico con i diffusori, disposti in cerchio, con lo scopo di estendere il potere espressivo dell'esecutore, regalando un'esperienza immersiva.

OLTRE I CONFINI DI TEMPO E SPAZIO: UNO SGUARDO ALLA STORIA DELLA MUSICA COLTA OCCIDENTALE
28 novembre 2023 ore 17
Biblioteca di Villa Leopardi (via Makallè)
Artisti: Roberto Squillaci e Roberto Mongardini (compositori ed esecutori)
Target: tutti - Durata: 60'

Un'esecuzione musicale dove si mette in mostra l'innovazione tecnologica, l'importanza del passato per poter arrivare ad una sperimentazione acustica ed elettronica. Il concerto vede protagonisti compositori del Conservatorio della Svizzera Italiana, a Lugano. Il programma si prefigge lo scopo di guidare l'ascoltatore in un percorso che parte dalle origini della musica scritta, per sfociare nelle nuove tecniche musicali di tipo sperimentale. La musica elettronica sarà completamente calata nel ricostruire un ambiente adatto a ciascun momento storico: dal 1300 ai giorni nostri, secolo dopo secolo, un assaggio di stili in contrapposizione.

ELECTRO ACOUSTIC ROOM
30 Novembre 2023 ore 16
Sala degli Scheletri – Museo Civico di Zoologia (via Ulisse Aldrovandi, 18)
Artisti: Natasha Barrett, Denis Dufour, Roberto Squillaci, Roberto Mongardini (compositori ed esecutori)
Target: tutti - Durata: 60'
Una sala dedicata all'ascolto immersivo e alla pratica della diffusione multicanale. Una pratica che risale agli albori della musica elettronica. Un'arte dell'interpretazione e dell'ascolto: una tecnica di diffusione che si avvale degli altoparlanti come esecutori. L'interprete acusmatico e la spazializzazione diventano fondamentali per realizzare un'esperienza uditiva a 360°. L'ascolto acusmatico, considerando la dimensione spaziale aggiunta, stimola in particolar modo l'attitudine all'ascolto del pubblico. Tra i brani eseguiti ci saranno brani di Natasha Barrett, Denis Dufour, Roberto Squillaci e Roberto Mongardini.

PAPIER-MACHÈ: DAL CLASSICO AL CONTEMPORANEO
6 dicembre 2023 ore 17
Sala della Balena – Museo Civico di Zoologia (via Ulisse Aldrovandi, 18)
ARTISTI: Davide Maura, Samuele Montagna, Eleonora Beschi, Gabriele Putzulu, Margherita Cappellesso, Giulia Cippitelli (chitarristi), Roberto Mongardini (compositore)
Target: tutti - Durata: 50'

Papier-maché è un ensemble di chitarre che si forma nella classe del Conservatorio di Vicenza "Arrigo Pedrollo" del M° Grondona. Il nome Papier-maché, letteralmente "cartapesta", è l'appellativo dato alla chitarra con fasce e fondo in cartone che il liutaio spagnolo Antonio de Torres costruì nel 1862. Il gruppo prende come riferimento il repertorio eseguito dalla Lira Orfeo, un'orchestra di strumenti a pizzico fondata dal chitarrista catalano Miguel Llobet nei primi anni del '900. Le trascrizioni che compongono questo repertorio rappresentano un'evoluzione molto significativa nello sviluppo del linguaggio chitarristico, che in questo periodo si svincola da stilemi strumentali per abbracciare una scrittura nuova, caratterizzata da una forte impronta orchestrale e corale. Questo repertorio, come la chitarra in cartone di Torres, porta ai limiti l'idea della chitarra classica, ora in grado di appropriarsi di opere di Schumann, Mozart, Albeniz e Mitjana.

BIO - BLIND INTERNATIONAL ORCHESTRA
20 dicembre alle 16
Centro Anziani del Villaggio Olimpico (via degli Olimpionici, 19)
Target: anziani - Durata: 60'

La Bio – Blind International Orchestra, fondata da Alfredo Santoloci, docente di sassofono al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, accoglie musicisti ciechi e ipovedenti affiancati da grandi professori d'orchestra. Nell'orchestra, costituita per un terzo da musicisti non vedenti fra i 12 e i 65 anni, le difficoltà legate alla mancanza di contatto visivo vengono superate con l'ausilio della tecnologia. Il rapporto visivo tra direttore e musicisti è sostituito dal contatto uditivo: traduzione della gestualità con parole sussurrate via microfono che vengono recepite dai musicisti attraverso auricolari. L'organico strumentale spazierà dal repertorio sinfonico e barocco a brani jazz.

Informazioni, orari e prezzi

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per informazioni: info@qacademy.it

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Rassegne