A Nepi la classica sagra di maggio

Nepi, città dei cipollari, fa festa allo storico cacio locale: il pecorino

Un prodotto che affonda le proprie radici ai tempi degli Antichi Romani, i primi a lavorare il latte di pecora per dare vita a questo particolare formaggio, e che ancora oggi viene prodotto nelle stesse località dove è nato: le campagne del Lazio. E’ il Pecorino Romano Dop, una vera prelibatezza ormai rara, perché la gran parte della produzione è destinata ai mercati stranieri.

Nel fine settimana del 9 e 10 maggio la cittadina di Nepi con la sua proloco gli dedica una Sagra nella quale questo squisito cacio sarà proposto insieme ai migliori prodotti tipici della Tuscia; una gustosa occasione, insomma, per immergersi nei profumi e nei sapori di questo tratto del Viterbese non lontano da Roma e per scoprire una cittadina dal fascino magico: conosciuta come la “città dell'acqua” – “nepa” in etrusco significa appunto acqua – Nepi è circondata dalle caratteristiche Forre, affascinanti gole di millenaria erosione che ne delineano il paesaggio, e conserva al suo interno dei veri gioielli artistici a testimonianza di un glorioso passato.

Per due giorni gli amanti della buona tavola avranno davvero l’imbarazzo della scelta a partire ovviamente dal Pecorino Romano Dop, un prodotto che rientra nella categoria dei formaggi cotti, ovvero quei formaggi che subiscono la cagliata fino alla temperatura di 45-46 gradi; dal sapore dolce e aromatico oppure piccante e deciso a seconda della stagionatura, è una delizia sia da grattugiare che da servire in tavola, magari insieme alle fave fresche. E dato che Nepi è conosciuta anche come “la città dei cipollari” i visitatori dovranno assolutamente assaggiare la pizza con cipolla nepesina, piatta e non tonda, e ancora al salame cotto, un’altra rarità gustosa e ricercata inventata agli inizi del 900’ da un norcino locale; senza dimenticare la scapicollata, una particolare pancetta stagionata e insaporita con aromi naturali, e ancora le migliori specialità della zona come il miele, le confetture, il vino e l’olio.

Il ricco programma prevede, sabato 9 maggio, il concorso di dolci a base di ricotta romana, lo spettacolo di magia e “trucca bambini” e lo spettacolo musicale con le “Chiavi di Sol”; il giorno successivo sono invece in programma l’escursione “Forre e Formaggio”, itinerario guidato lungo i sentieri naturalistici di Nepi, la mostra micologica “Primavera 2015”, la prima edizione di “Tradional Chef” - una gara gastronomica a base di prodotti tipici della Tuscia - e lo spettacolo degli “Ous Side Big Band”.

Tra torrenti e fonti di acque minerali e solforose, Nepi offre moltissime possibilità a chiunque voglia trascorrere un fine settimana tra natura, storia e buona tavola. Immersa in una natura incontaminata, la cittadina custodisce gelosamente dei veri e propri gioielli come la Rocca dei Borgia, dove soggiornò Lucrezia, l'acquedotto Settecentesco, il Duomo e la piazza comunale con l'omonimo palazzo progettato da Antonio da Sangallo il Giovane ed abbellita da una fontana del Bernini.

Sabato 9 maggio

Ore 10,30 - Piazza del Comune

Apertura degli Stand enogastronomici, con prodotti tipici della Tuscia

per la vendita e la degustazione

Via G. Matteotti

Stand prodotti enogastronomici nazionali

Ore 12,00 - Piazza del Comune

Inaugurazione ufficiale della Sagra con la pertecipazione della Banda

Musicale E. Gai

Piazza del Comune

13° Concorso di dolcezze con dolci a base di ricotta romana. Defustazione

a offerta dei prodotti in gara, il cui ricavato sarà devoluto

alla Croce Rossa Italiana, Delegazione di Nepi, Monterosi e Castel

Sant’Elia

Ore 16,30 - Piazza del Comune

Spettacolo di magia e “trucca bambini”

Ore 19,30 - Piazza del Comune

Spettacolo musicale con Le CHIAVI Di SOL diretto dal M° Riccardo

Paolucci

Domenica 10 maggio

Ore 9,30 - Piazza del Comune

Partenza escursione “Forre e formaggio” itinerario guidato lungo i

sentieri naturalistici di Nepi, a seguire aperitivo in piazza a base di

prodotti tipici - a cura di EsploraTuscia

Ore 10,00 - Piazza del Comune e via G. Matteotti

Apertura degli Stand enogastronomici

Ore 10,00 - Sala Nobile

l’Ente Palio del Saracino presenta il programma della XX Edizione ed

il Palio 2015 dipinto dal M° Silvio Ottaviani

Ore 10,30 - Sala Consigliare

XXXX Mostra Micologica del GMEM-AMB “Primavera 2015” direttore

dott. Carmine Siniscalco

Ore 12,30 - Sala Consigliare

1a edizione “Traditional Chef” gara gastronomica di piatti a base

dei prodotti tipici della Tuscia, riservata a cuochi non professionisti.

Giudici di Gara: Massimo Fantucci, Antonio Moretti e Fabio Vuolo.

Ore 18,00 - Piazza del Comune

Spettacolo con gli OUT SIDE BIG BAND di Campagnano di Roma

Presentazione del libro “Nepi in cucina” di Simone Paglia

Ore 20,30 - Piazza del Comune

Proclamazione dei vincitori del 13° Concorso di Dolcezze e 1° Traditional

Chef.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma