La cuoca di d'Annunzio, lettere e ricordi di Ariel

Irrequieto, geniale e sempre sull'orlo tra rovina e apoteosi, amante della vita e malinconico, eroe senza paura e ma con qualche macchia, conquistatore e conquistato sempre. Troppe le cose che si possono ancora scrivere su Gabriele D'Annunzio.
Ammirato e odiato alla stessa maniera, tra realtà e favole.
In un'interpretazione carica di emozioni e significati, frutto di un originale adattamento dal libro: La cuoca di d'Annunzio, con lettere pensieri e ricordi di Ariel, Alessandro Preziosi sarà un Gabriele d'Annunzio malinconico e ironico in un singolare intreccio di lettere che vede momenti vissuti al Vittoriale proprio con il singolare ed affettuoso rapporto la sua cuoca negli ultimi anni di vita.
Il prossimo 6 luglio 2016 alle ore 21,00 nell'insolita e particolarecornice delCortile Kosuth della Galleria Nazionale di Arte moderna e contemporanea di Roma l'attore darà voce e corpo ad uno dei personaggi più controversi ed amati della letteratura italiana.
Organizzata dall'Associazione Amici dell'arte moderna (a3m)una serata di grande teatro alla scoperta di un d'Annunzio dalle mille sfaccettature e che ancora oggi riesce a stupire.
Alessandro Preziosi legge d'Annunzio attraverso le lettere alla sua cuoca e i suoi pensieri nascosti.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma