Nell'ambito della serie Arte-Scienza, l'Istituto Svizzero invita a una serata dedicata all'importanza della foresta per il nostro pianeta e al valore degli approcci transdisciplinari nei suoi confronti.

Come estensione ed elaborazione della sua opera video 'Forest Mind' (esposta negli spazi di Villa Maraini nell'ambito della mostra 'Poetry for Revolutions. A Group Show with Manifestos and Proposals'), l'artista Ursula Biemann terrà un intervento che riprende alcuni temi del progetto, tra cui le sue riflessioni sul DNA, l'informazione e l'ecologia, offrendo anche approfondimenti sul contesto più ampio del suo sviluppo, tra cui il suo lavoro con il popolo Inga nell'Amazzonia colombiana per la creazione di un'università indigena. Il filosofo Etienne Turpin interverrà discutendo del rapporto tra arte e scienza e del ruolo della foresta come protagonista intelligente nell'attuale emergenza climatica.
Le due brevi presentazioni saranno seguite da una conversazione, moderata dalla professoressa Amelia Valtolina dell'Università degli Studi di Bergamo, e da un Q&A con il pubblico.

Le presentazioni e la discussione sono adatte a un pubblico generico e non è richiesta una conoscenza avanzata degli argomenti scientifici; tutte/i sono le/i benvenute/i.
________________

16.11.2023 H18:00
Istituto Svizzero
via Ludovisi 48, Roma
Ingresso gratuito su prenotazione
In inglese

Informazioni e prenotazioni qui: https://www.istitutosvizzero.it/it/talk/forest-thinking/

Dove e quando