Amori impossibili, devozione fino al sacrificio, turbamenti, slanci verso le altezze dell'anima: tutte le sfumature dell'Amore, racchiuse nei versi di una protagonista assoluta della letteratura del Novecento.

Lunedì 10 ottobre 2022, alle ore 18.30, presso la Casa Russa a Roma in Piazza Benedetto Cairoli, 6 si svolgerà la presentazione della raccolta poetica «I volti dell'amore» della poetessa russa Marina Cvetaeva, curata da Marilena Rea per Queen Kristianka Edizioni. In programma l'accompagnamento musicale di Anna Koshkina (soprano) e Maria Nikitina (pianoforte).

In occasione del 130° anniversario della nascita di Marina Cvetaeva, questo libro raccoglie, per la prima volta in italiano, i cicli poetici dedicati a Sof'ja Parnok, Sone?ka, Boris Pasternak, Sergej ?fron e altri uomini passati come comete nella vita tormentata della poetessa. La traduzione di Marilena Rea, la maggiore esperta della poetessa russa in Italia, dà finalmente la possibilità di avvicinarsi a quelle raffinate ghirlande sonore che sono le poesie di Marina.


L'ingresso è gratuito, la prenotazione è obbligatoria:
https://forms.gle/6itPNwPL7yc283fMA
Si prega di esibire il documento d'identità all'ingresso

Marilena Rea è critica letteraria, docente di Link Campus University, insegnante, editor di manuali scolastici, è specializzata in traduzione della poesia russa, su cui tiene seminari presso varie istituzioni e università italiane e straniere.

Oltre a numerose opere di ?echov, Tolstoj, Blok, Pasternak e altri scrittori, ha curato e tradotto di Marina Cvetaeva: Fedra (2011), Scusate l'amore (2013), Mestiere (2014), Una serata non terrestre (2015), Mia madre e la musica (2016), La principessa guerriera (2020). Quest'ultimo libro è stato presentato anche alla Casa Russa a Roma nel con un notevole successo nel 2021 alla Casa Russa a Roma. 

Marilena Rea è insignita della menzione d'onore del premio internazionale per la traduzione «Russia-Italia attraverso i secoli – 2012» per il volume di Cvetaeva A Rainer Maria Rilke nelle sue mani, e della segnalazione speciale del premio «Benno Geiger per la traduzione poetica – 2016» per il volume di Pasternak Anch'io ho conosciuto l'amore.

Dove e quando