Incontro con la regista e proiezione del film di Valerio Ruiz

Giovedì 12 maggio, alle ore 21.00 (Auditorium del MAXXI – ingresso 5 euro) il MAXXI ospita DIETRO GLI OCCHIALI BIANCHI evento dedicato a Lina Wertmuller una delle icone del cinema italiano nel mondo.

La serata, realizzata in collaborazione con White Glasses Film, Recalcati Multimedia, Incontri internazionali d'arte, si apre con un incontro con la regista, Mario Sesti critico cinematografico e Domenico De Masi sociologo, e a seguire viene proiettato Dietro gli occhiali bianchi (regia e sceneggiatura di Valerio Ruiz, 112'), il documentario che indaga il grande cinema della regista a partire dalla sua formazione teatrale e dai suoi inizi come aiuto regista di Federico Fellini in 8 1/2 (1963).

Dietro gli occhiali bianchi è un racconto per immagini della lunga carriera di Lina Wertmüller, icona del cinema italiano nel mondo. Scritto e diretto da Valerio Ruiz, aiuto regista e stretto collaboratore della regista, il film indaga il grande cinema di Lina Wertmüller, a partire dalla sua formazione teatrale e dai suoi inizi come aiuto regista di Federico Fellini in 8 1/2 (1963).

La carriera della regista è narrata non solo attraverso i ricordi personali della protagonista del documentario, ma anche dalle voci di numerosi artisti che hanno vissuto da vicino il mondo artistico di Lina Wertmüller. Tra questi, Giancarlo Giannini, Marina Cicogna, Sophia Loren e molti talenti stranieri, come Martin Scorsese, Harvey Keitel, Nastassja Kinski e il critico John Simon.

Il documentario oltre alle interviste illustri, contiene una lunga serie di inediti tra video, immagini e canzoni scritte da Lina Wertmüller. All'interno del documentario troviamo filmati provenienti dall'archivio privato e inedito dell'artista. Per la prima volta sono mostrate le riprese mute realizzate sul set di 8 1?2 dalla stessa Lina Wertmüller, che immortalano Federico Fellini al lavoro con gli attori del capolavoro.

Valerio Ruiz (Roma, 1986) è sceneggiatore, regista e produttore del film dedicato alla vita e alla carriera di Lina Wertmüller Dietro gli occhiali bianchi. Da anni lavora fianco a fianco con la regista; è sceneggiatore e aiuto regista del documentario da lei diretto Roma, Napoli, Venezia... in un crescendo rossiniano (2014). La collaborazione con la regista inizia quasi dieci anni fa come suo assistente nell'organizzazione della sezione cinematografica del Ravello Festival 2006, e prosegue fino a oggi come aiuto regista nel Tv-movie Mannaggia alla miseria (2009) e nella messa in scena di due pièce teatrali: Il Giornalino di Gianburrasca (2010) e Un'allegra fin de siècle (2013). Nel 2012 prende parte alla stesura dell'autobiografia di Lina Wertmüller Tutto a posto e niente in ordine (Mondadori). La collaborazione prosegue anche in diverse masterclass di recitazione, tra cui quella a Taormina Arte (2009) dedicata allo scrittore Vitaliano Brancati.

Dopo aver studiato a Roma e Parigi, Valerio si laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma e come approfondimento alla tesi, realizza con il maestro Rosi il documentario - intervista Francesco Rosi. Una Carmen nel reale. Nel 2010 è direttore artistico della rassegna cinematografica Sguardi italiani, promossa dal Ministero degli Affari Esteri.

Nel 2011 ha scritto, prodotto e diretto il suo primo cortometraggio: Piazza Fellini, un omaggio a Federico Fellini interpretato da Sandra Milo, attrice e musa in alcuni capolavori del maestro. Nel 2012 è aiuto regista nello spettacolo Transiti di Venere, scritto e diretto da Raffaele Curi e Come vi piace di W. Shakespeare, diretto da Marco Carniti.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma