Tra l'alta valle del Sacco e la valle dell'Aniene, Olevano Romano, ha visto fin dal '700 un forte interesse di artisti principalmente nordeuropei, culminato nella caratterizzazione del Paesaggio Eroico e nella presenza odierna dell'Accademia tedesca di Villa Massimo e di Berlino, con borsisti in loco nella Casa Baldi e Villa Serpentara. Da quegli anni, la produzione artistica, visiva ma anche letteraria, musicale e cinematografica, ha avuto per soggetto l'aspetto bucolico dei luoghi, la scoperta di un "paradiso barbaro" affacciato sulla valle dei Latini (P.P. Pasolini), declinato attraverso i secoli sino alla sfida dell'età contemporanea. Oltre questo interesse, tutto di origine naturalistica, la riflessione introspettiva sulla condizione umana di fronte alle forze della natura: artisti-viaggiatori o locali villici e benestanti, tutti egualmente coinvolti nel tema sempre attuale della fruizione del bello e della convivialità ma anche nella battaglia quotidiana per la sopravvivenza.
Con questo proposito il Comune di Olevano Romano con il contributo della Provincia di Roma, la partecipazione dell'AMO (associazione amici del museo di Olevano) e de "la Poderosa" ha promosso una serata culturale che metta a confronto in modo trasversale diverse modalità e diversi operatori artistico-culturali (ricerca filologica e poesia, compositori e musicisti, live-artist live-artist, attori e registi) provenienti da ambienti diversi (cittadini, nuovi cittadini ed esterni) sul tema comune del Paesaggio, in un luogo simbolo per la pittura internazionale.

L'evento si svolgerà nella suggestiva cornice dell'odèon del parco cittadino di Villa de Pisa, e coinvolgerà lo spettatore proponendo l'esecuzione di brani inediti, composti o trascritti per l'occasione, di generi musicali complementari tra loro, dalla musica popolare ottocentesca, alla classica contemporanea per finire con l'elettronica e le installazioni video di ultima generazione. Filo conduttore della serata saranno le intense riflessioni ispirate dal soggiorno olevanese ad un giovane poeta tedesco, Wilhelm Friedrich Waiblinger, 1804-1830 (morto giovanissimo e sepolto nel cimitero di porta San Paolo a Roma). Completerà l'evento la lettura di una selezione delle opere di Waiblinger, tradotte per l'occasione. Di seguito i musicisti ed attori partecipanti:
- Stefano Taglietti: affermato compositore italiano con centinaia di opere in catalogo eseguite ternazionalmente e docente del Conservatorio di Foggia.

- Valentino Orfeo: storico rappresentante del teatro italiano e fondatore del Teatro dell'Orologio.
- Ynaktera-Scual-Leila Bahlouri: trio di giovani live-artist romani (sound-visual-voice).
- Giovanni Proietti: Pianista che ha curato la stesura dei canti popolari trascritti dal compositore danese Andreas Peter Berggreen (1801-1880).
- Interpreti al piano, soprano e tenore rispettivamente Fabrizio Corradori, Antonella Cesari e Nunzio Fazzini.

Informazioni, orari e prezzi

Villa de Pisa

ore 21,00

Dove e quando

Serate - StrumentiAmo
Serate - Santa Lucia, notte di visioni e di poesia