Nell’ambito della settima edizione del cineforum gratuito CineCampus

L’Università eCampus incontra Piera Degli Esposti. Lunedì 25 maggio la popolare e apprezzatissima attrice sarà infatti ospite dell’Ateneo presso la sua sede romana di Via Matera 18 (Metro Re di Roma, Complesso S. Dorotea – IV piano), nell’ambito della settima edizione del cineforum gratuito CineCampus.
Per celebrarne l’indiscusso talento, verrà proiettato a partire dalle ore 20.00 il docufilm di Peter Marcias “Tutte le storie di Piera” che ne ripercorre la vita, intensa e ricca di momenti significativi, e la carriera, costellata d’indimenticabili e continui successi.
Da Bologna a Roma, passando per Cagliari, la pellicola rilegge le vicende personali e professionali dell’attrice in parte riscrivendole e in parte rivivendole insieme a lei. L’amore incondizionato per il padre, sindacalista impegnato, il legame profondo con la madre, figura ingombrante e complessa, il rapporto tormentato con Marco Ferreri, regista controverso e suo compagno per anni, a sua volta autore del biografico “Storia di Piera”. Sono tante le storie di Piera, tante e tutte diverse, mille sfaccettature di uno stesso volto che il pubblico ha imparato a conoscere e al quale si è inevitabilmente affezionato.
I ricordi d’infanzia si mischiano alle memorie di quanti hanno avuto l’onore e la fortuna di lavorare con Piera e di condividere con lei percorsi ed esperienze esistenziali: l’amica di una vita Dacia Maraini, Laura Delli Colli, Lina Wertmüller, Marco Bellocchio, Giuseppe Tornatore, e poi ancora il Premio Oscar Paolo Sorrentino che l’ha definita “inarrivabile”, Nanni Moretti che ha parlato di lei come di una “ragazza speciale” e “abbastanza unica” e il grande Eduardo De Filippo che a suo tempo le cucì addosso il lusinghiero appellativo di “o’ verbo nuovo”.
“Forse è l’attrice più umile che abbiamo mai incontrato – hanno affermato Paolo e Vittorio Taviani - È una grande, e ha coscienza di esserlo, ma non ha bisogno di dimostrare niente, lei è”.
La pellicola, realizzata con il sostegno della Cineteca di Bologna, compone un ritratto audace e sincero, fatto d’interviste, fotogrammi e immagini di repertorio, scattando l’imperitura istantanea di una donna-bambina che ancora oggi si stupisce del mondo e che, per sua stessa ammissione, quando recita o fa le prove si aliena, trascorrendo anche i pochi scampoli di pausa seduta sulla sua seggiola, “felicissima anche solo di aspettare”.
Piera Degli Esposti è un personaggio imponente ed eclettico, capace di spaziare dal cinema al teatro alla televisione con la stessa leggerezza con cui si affronta un viaggio di piacere. È un’icona, un modello e al tempo stesso è una fra tante, umile, semplice, straordinariamente consapevole della sua grandezza e proprio per questo incapace di ostentarla.
“Un documentario su Piera Degli Esposti – scrive Peter Marcias – nasce dalla volontà di raccontare, in modo inedito e creativo, la vita e il percorso di una delle attrici più amate e anticonvenzionali che sia il cinema che il teatro italiano abbiano mai conosciuto”.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma