Lo spettacolo vincitore del Premio Special Off del Roma Fringe Festival 2014 a Teatro di Quartiere

La rassegna teatrale ideata e diretta da Claudio Di Loreto per l'associazione culturale "Figli di Hamm" nella sala Petrolini di Castel Gandolfo ospita l'interessante e originale monologo di Giuseppe Mortelliti.
«“La vita è fatta a scale, c’è chi scende e c’è chi sale". Partendo da questa metafora - dice l'autore, che è anche interprete del lavoro - è nata una storia: Fabrizio è un uomo che ha vissuto i gradini della sua vita sempre di corsa. Nasce in campagna e va a vivere in città. Qui trova lavoro, si fa grande, costruisce una famiglia, amicizie, vive il dolore di una perdita, continua a lavorare... Nasce e cresce, come tutti. Alcune persone gli lasciano molto, altre gli passano accanto senza segni apparenti. Con i suoi genitori ha un rapporto che si distacca sempre più con gli anni. Conosce l’amore, vive la chiamata ad essere padre. Pensa, ragiona sulle sue azioni. Assapora il lutto, che necessariamente fa parte della vita; e nel salire i suoi gradini, non rallenta mai la sua scalata. E questa sua vita è una scalata verso cosa? “84 Gradini” è la corsa di chi è in fuga perenne senza vivere una vita spericolata».
Scritto, interpretato e diretto da Giuseppe Mortelliti. Musiche originali: Francesco Leineri.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma