Gianni Amelio continua a colpire al cuore con l’Albanese del-L’INTREPIDO. Amelio mette in pellicola l’elogio della semplicità con l’eroe francescano Antonio Pane (Albanese) con rimandi alla Chapline e Buster Keaton. Si inventa un lavoro surreale “il rimpiazzo” così il protagonista fa l’imbianchino, il pony expres, il tranviere, il manovale. Con un soggetto scritto su misura per Albanese, racconta l’Italia del precariato e della crisi .
Un grande Antonio Albanese con una mimica da infinite sfumature, ironiche, afflitte.
Il Festival delle Cerase prosegue con il giro d’Italia, dalla città “garibaldina” di Monterotondo. Ci porta nella periferia di Milano algida e spesso piovosa.
Al termine della proiezione Gianni Amelio si incontrerà con il pubblico e risponderà alle domande del direttore Franco Montini. Il maestro Amelio ritorna la festival dopo aver ricevuto nel 2012 il Premio Presidente della Repubblica, premio che la Presidenza concede al festival delle Cerase da 24 anni.

Immaginiamo che esista un nuovo mestiere e che si chiami “rimpiazzo”. Immaginiamo che un uomo senza lavoro lo pratichi ogni giorno, questo mestiere. E dunque che lavori davvero oltre misura e che sia un uomo a suo modo felice. Lui non fa altro che prendere, anche solo per qualche ora, il posto di chi si assenta, per ragioni più o meno serie, dalla propria occupazione ufficiale. Si accontenta di poco, il nostro eroe, ma i soldi non sono tutto nella vita: c’è il bisogno di tenersi in forma, di non lasciarsi andare in un momento, come si dice, di crisi buia. Immaginiamo poi che esista un ragazzo di vent’anni, suo figlio, che suona il sax come un dio e dunque è fortunato perché fa l’artista. E immaginiamo Lucia, inquieta e guardinga, che nasconde un segreto dietro la sua voglia di farsi avanti nella vita. Ce la faranno ad arrivare sani e salvi alla prossima puntata?

Informazioni, orari e prezzi

Cinema Marconi

Ore 20.00

Info:
sito web
338 8716481
nuovoteatro@festivaldellecerase.com


Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli