Le vittorie del 1998, la squalifica di Campiglio, il declino e la morte

Dal 10 al 12 gennaio Davide Tassi è autore e interprete di AVREI VOLUTO ESSERE PANTANI, regia di Francesca Rizzi, con la partecipazione straordinaria di Alessandro Donati, disegno luci Paolo Russo, aiuto regia Elena Stabile.

Davide Tassi interpreta un ciclista. Uno tra i tanti incontrati e intervistati dall'autore e attore nel lungo cammino di studio e analisi del testo. Il protagonista (di cui non si svela mai il nome) ha corso insieme a Pantani fin dai tempi dei dilettanti ed ha condiviso con il campione romagnolo tutte le stagioni sportive; durante questo suo cammino interiore, ripercorre la storia di Marco Pantani, la loro amicizia fin dai tempi dei dilettanti, le grandi imprese del pirata, il suo essere protagonista sempre, anche quando forse sarebbe convenuto rimanere nell'ombra, gli incidenti, le vittorie del 1998, la squalifica di Campiglio, il declino e la morte. Il cammino interiore del protagonista e la storia di Pantani sembrano non riuscire ad incrociarsi mai. Almeno fino all'incontro con Alessandro Donati.

Avrei voluto essere Pantani

di e con Davide Tassi

regia Francesca Rizzi

con la partecipazione straordinaria di Alessandro Donati

disegno luci Paolo Russo

aiuto regia Elena Stabile


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma