Lo spettacolo è inserito nella rassegna teatrale "La Città del Natale" che si terrà per tutta la durata delle vacanze natalizie

Lola è una bambina felice e viziata di otto anni che sembra che ne ha nove, ha tutto, perfino il cellulare che fa le sottrazioni. E' il 25 ottobre e la vediamo nella sua stanzetta a scrivere la letterina a Babbo Natale…Il problema è che quest'anno non sa cosa proprio cosa chiedere…ha tutto!
Ad un tratto si sente un gran frastuono e dal camino arriva polveroso e inaspettato Babbo Natale con un grande sacco pieno di palloni da calcio. Eh, si, ha di nuovo spagliato giorno, mese e indirizzo. Il nipote di Nonno Natale venuto dal nord soffre infatti da qualche tempo di smemoranza senile - un disturbo dovuto allo stress da iperlavoro e da mancanza di riposo – e confonde Agosto con Dicembre, i bambini dell'Australia con quelli dell'Austria, la festa di Natale col compleanno di Natalino. La verità è che non voleva forse fare il Babbo Natale da grande e quindi non potete immaginare i disastri che combina per il mondo…le stesse renne hanno iniziato a stancarsi di tutte queste retromarce.
Ma ora ha trovato nella casa di Lola la giusta cura al suo male. Lola saprà aiutarlo e offrire al nostro Babbo Natale l'antidoto miracoloso. In cambio, per Lola, non più noiosi giocattoli televisivi ma…
Lo spettacolo prevede il coinvolgimento degli spettatori e Babbo Natale ha chiesto che ogni bambino che viene a vedere lo spettacolo porti la sua letterina.

Durata: un'ora


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma