Lo spettacolo sffronta temi come l’amore, il sesso, la morte e la separazione

“Sei il mio migliore amico”. Cris e Davi hanno dieci anni e se lo dicono spesso. Come fosse un mantra. In questo bisogno di affermarlo risiede la loro prima dichiarazione di libertà. Scegliere l’amico del cuore è infatti la prima grande decisione autonoma che la vita ci chiede di prendere. E’ un po' come perdere la verginità. Da quel momento ad ogni azione corrisponde una conseguenza. E la ricerca di se stessi può avere inizio.
Tre stagioni (autunno, inverno e primavera) scandiscono l’avvicendarsi delle situazioni in attesa di un’estate della quale non si riesce ancora a sentire il calore. Temi come l’amore, il sesso, la morte e la separazione vengono sviscerati all’interno dello spettacolo; temi con cui in due amici si troveranno a confrontarsi all’interno della commedia in un viaggio a volte doloroso a volte divertente che renderà il loro legame indelebile.
Premiato con la Menzione Speciale al Premio Riccione Teatro 2013 con la seguente motivazione: “per il vibrante e disarmato lirismo della sua clownerie grottesca e surreale, capace di demistificare con piglio ludico il mito dell’eternità dei legami con la totale inverosimiglianza del suo linguaggio e delle sue situazioni”.
Lo spettacolo è diretto, oltre che dall’autore, anche da Daniele Muratore, vincitore della prima edizione della Rassegna Salviamo i talenti - premio Attilio Corsini


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma