Uno speciale omaggio a un’artista: Billie Holiday

...ora voglio avere le porte aperte

Per far uscire il mio dolore

Per poter parlare a chi passa

e raccontargli

la mia storia...

A chiudere il lancio della stagione 2014-2015 del Teatro Due Roma, dal 16 al 21 dicembre, ci sarà Billie la frivola, uno speciale omaggio a un’artista. A una donna. Alla storia del jazz.

Lo spettacolo, prodotto dall’ Ass. Macroritmi e Stilnovo, scritto e diretto da Rosi Giordano, tratteggia la figura indelebile della musica blues e jazz, la selvaggia fanciulla del quartiere nero di Baltimora, spirito libero e ingenuo, dolce e geniale. Billie Holiday.

Un pianista, due attrici e una cantante, attraverso la loro singolarità, intrecciano uno scambio espressivo tra dramma e ironia, gioco e intensità per ricordare la sua unicità senza emulazioni.

Dal vivo musica, canto e parola si intrecciano creando una texture espressiva variegata attraverso i ritmi, le sonorità e le canzoni del repertorio della Holiday, mentre i momenti di vita, tratteggiati in maniera ideale e reale al contempo, parlano di lei, della sua esistenza disperata fatta di abusi, solitudine, violenza, droghe, discriminazione. Emergono il rapporto con la madre e il padre, con gli amici, con il pubblico e la via d’uscita del canto.

Un percorso artistico e umano, oscillando tra l'ironia e il dramma, il gioco e l'intensità. Emerge di lei, Lady Day, la capacità unica di affrontare ogni cosa sdrammatizzando, con “magica frivolezza”.

Lo spazio, sintetico ed essenziale, sfonda le barriere spazio-temporali, grazie all’uso di videoproiezioni di immagini e filmati d’epoca, che ci immergono nell’America, dagli anni ’30 alle soglie degli anni ’60, in quella stessa nazione che l’ha accolta e rifiutata, denigrata ed esaltata come simbolo del riscatto della donna e del popolo nero nonostante le umiliazioni e limitazioni che subì nel suo percorso professionale.

Di Rosi Giordano

Regia e Spazio di Rosi Giordano

Con Manuela Boccanera, Germana Flamini, Michela Lombardi

Pianista Riccardo Fassi

Musiche Billie Holiday e Riccardo Fassi

Filmati d'epoca ed editing video a cura di Massimiliano Michetti

Fonica e Illuminotecnica Fabrizio Murgante

Produzione Vincenzo La Gioia

BIO Compagnia

Rosi Giordano Regista, scenografa e autrice. Il suo lavoro è basato sulla speculazione tra spazio, parola e movimento, nodali le contaminazioni da diversi generi espressivi (videoarte, mimo, teatro danza…). . I testi affrontati propongono una realtà in “concreta” sintonia con l’immaginario: paradossali, crudi, poetici, ironici : Jarry, Copi, Benni, Scaldati, Wesker, Pessoa, Perec Ha partecipato a significative rassegne e festival (Orestiadi, Sant' Arcangelo dei Teatri, Zattera di Babele, Città Spettacolo, Cust di Urbino, La genie de la Bastille-Parigi…) Autrice e conduttrice di trasmissioni sul teatro Radio2. Co-Direttore Artistico di formazioni (Felixculpa, Appia, Macroritmi...) attive nel binomio arte-teatro. Docente di pratiche teatrali in corsi CEE e del Ministero del Lavoro (Legge 125/91). Propedeutica pluriennale con il mimo di Lecoq, metodo Feldenkrais (J. Krauss), Acc. Di B. Arti, scenografia e arti sceniche. Cofondatrice del Laboratorio Femmine dell’Ombra di Franco Scaldati con pratiche di ricerca dal testo alla scrittura scenica.

Michela Lombardi E’ tra le prime dieci Migliori Jazz Vocalist Italiane secondo il JAZZIT AWARD 2010, è stata spesso menzionata nella sezione “Miglior Voce” della rivista "Musica Jazz" ed è già alla sua terza candidatura agli Italian Jazz Awards. Ha una laurea con lode in Filosofia e si è diplomata con il massimo dei voti al Triennio Jazz del Conservatorio di Firenze, ha un Master in Comunicazione Teatrale, insegna Canto Jazz e Songwriting presso “Il Pentagramma” (Pisa). Dal 1999 ad oggi ha inciso 10 dischi a suo nome, due dei quali assieme a Renato Sellani e due con Phil Woods, che l’ha voluta per incidere una raccolta di sue composizioni. Ha firmato un brano con Burt Bacharach, ed ha cantato in importanti festival in Italia, Francia, Germania, Belgio e Israele dove ha inaugurato a Tel Aviv nel 2009 la stagione di jazz al Teatro Opera House.

Riccardo Fassi Diplomato in pianoforte al Conservatorio di Musica “L. Perosi” di Campobasso. Ha studiato composizione con D. Guaccero e A. Scarlato, seminari jazz con L. Smith, G. Burton e B.Harris. Ha formato la “Tankio Band” (1983) che esegue sue composizioni o progetti speciali (tributo a Frank Zappa, “Serial Killer”, Eric Dolphy...). E' uno dei più interessanti ed affermati pianisti di jazz in Italia con un’attitudine creativa e coloristica inusuale per il mondo del jazz sviluppando con maestri del jazz e della musica improvvisata una visione poetica molto originale (S. Grossman, G. Smulyan, S. Lacy A. Nussbaum…).Ha registrato 23 dischi di proprie formazioni con gruppi comprendenti R. Rudd, S. Lacy, Gary Smulyan, Adam Nussbaum, Dennis Irvin, Steve Grossman, A. Salis, B. Carrott, F. Boltro…). Ha suonato con musicisti europei e tutti i più creativi musicisti italiani e partecipato a festival internazionali a fianco di musicisti come T. Malone, K. Wheeler, O. Lake. Dal 2004 ha collaborazioni con musicisti tedeschi (E. Weber,T. Bronner, C. Dell…) a Berlino, Amburgo, Lubecca e altri centri. Ha dato concerti in USA, Argentina, Svizzera, Francia, Germania, Croazia, Spagna, Slovenia, Marocco.

Manuela Boccanera, attrice, doppiatrice e sceneggiatrice, nasce e vive a Roma. Attrice di teatro diretta tra gli altri, da registri come Claudio Boccaccini, Giancarlo Mazzoni, Maria Giovanna Hansen, Giuliano Vasilicò, esibendosi in teatri come il Piccolo Eliseo di Roma, il Teatro Franco Parenti di Milano, il Teatro Arena del Sole di Bologna, il Teatro Argentina, il Teatro del Giglio di Lucca... Doppiatrice in diverse serie televisive, documentari, cartoni animati e spot radiofonici, prende parte al film “La carbonara” di Luigi Magni e ad alcune fiction tra cui “Un caso di coscienza 3” di Luigi Perelli, “ Gente di mare 2” di Andrea Costantini, “Il bello delle donne” di G. Soldati, “Un matrimonio” di Pupi Avati. Interpreta ruoli di rilievo in diversi cortometraggi e lungometraggi indipendenti, alcuni dei qual presentati al Roma Indipendent Film Festival e a Cannes. Da qualche anno scrive per il teatro “ L’Enfant terribile” e per il cinema “I mendicanti” lungometraggio selezionato al Festival Le quattro Giornate del Cinema di Napoli. Insegnante di dizione e di letture interpretate al microfono presso importanti scuole di cinema, doppiaggio e teatro .

Germana Flamini Inizia l’esperienza teatrale nel 2006 frequentando la scuola di recitazione di “Teatri Possibili” con gli insegnanti A. Bellandi V. Pornaro, F. Albanese, A. Moscogiuri…. In quel periodo è interprete negli spettacoli “La conferenza degli uccelli” Simurgh, opera di L. Del Monaco e “Soiré Goldoniana a cura di Flavio Albanese. “Hombre” da “La casa di Bernarda Alba” di G. Lorca, per la regia di V. Pornaro e F. Sala etc. Frequenta stage intensivi con Cassiopea Teatro e con la compagnia Marcido Marcidoris. Nel 2010 è interprete in “Risveglio di primavera” di Wedekind, e “Due ma non due” tratto da “O di uno o di nessuno” di L. Pirandello, per la regia di M. Anaclerio etc. . Doppiatrice del cartone animato “Dentone, un super dentista al tuo servizio” della regione Lazio. Assistente alla regia in spettacoli diretti da Rosi Giordano: “Il posto delle patate” di G. Perec e “Nulla è cambiato” di P. Aspri. Aiuto regia ne “L’amante” e “Notte” di H. Pinter, per la regia di Gianni Leonetti. Nel 2011 è Interprete in “Canto Per Verso” mixage autorale e regia di Rosi Giordano. Interprete nel 2013 di “Billie la frivola”, scritto e diretto da Rosi Giordano. E’ allieva nel master teatrale diretto da Massimiliano Bruno del CAFT (Centro Alta Formazione Teatro).


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma