Sincopi Deliqui Infarti e altri Mancamenti …

Sarà in scena al nuovo Teatro Studio di Via Assisi 33 dal 15 al 23 dicembre CECHOV FA MALE! (Sincopi Deliqui Infarti e altri Mancamenti …) di Sergio Basile, con Sergio Basile, Barbara Scoppa, Gaia Rinaldi, regia di Sergio Basile.

Mosca 1939:  gli attori  Serghiej Kozinkov e sua moglie Varvara, vengono convocati  presso gli uffici del GLAVREPERTKOM, organo istituito da Stalin  e preposto al controllo delle rappresentazioni teatrali. Devono  fornire chiarimenti  circa  il  progetto di un loro spettacolo. Lo spettacolo, intitolato  Sincopi Deliqui Infarti e altri Mancamenti … si ispira ad un lavoro su Anton Cechov –autore  ormai poco rappresentato in Unione Sovietica  e guardato on diffidenza dai fautori del "realismo socialista"-  che nel 1934, Mejerchol'd – il grande regista della Rivoluzione d'Ottobre caduto in disgrazia e  inviso a Stalin- aveva messo in scena nel suo teatro a Mosca con il titolo di  "33 Svenimenti" (a causa della presenza di numerosi svenimenti, trentatré appunto, individuati  nei tre atti unici  e diventati il  filo conduttore dello spettacolo). Dopo una lunga attesa trascorsa nella sala d'aspetto del GLAVREPERTKOM, Serghiej e Varvara alla fine vengono  ricevuti da un arrogante funzionario. Inconsapevoli degli sviluppi degli eventi storici, ignari della feroce repressione che si sta profilando ai danni di intellettuali e artisti non allineati alle direttive di Stalin, davanti al burocrat, esaltano Cechov, citano le parole del "Grande Maestro" Mejerchol'd, di cui Serghiej è anche  collaboratore. Il verdetto del censore sarà  ovviamente scontato: lo spettacolo non si farà. In linea con quello che accadrà dopo qualche tempo  a Mejerchol'd - il qualesarà fucilato il 2 febbraio del 1940 per ordine di Stalin- Serghiej e Varvara saranno divisi e spazzati via dalla Storia: l'uno arrestato e giustiziato, l'altra costretta a fuggire in America dove si farà una nuova vita. Un identico destino accomuna il grande Mejerchol'd e loro, i  piccoli, stralunati e poetici protagonisti di questa pièce.

Note di Regia

Cechov fa male - titolo mediato dal celebre monologo cecoviano Il tabacco fa male, scritto e diretto da Sergio Basile, vuole raccontare, in questa epoca distratta in cui il Teatro sembra aver smarrito il suo ruolo-guida nella formazione delle coscienze e sembra svolgere un ruolo molto subalterno ad altre forme di spettacolo, quanto invece sia importante; così importante che nello scontro tra chi vuole controllarlo (Stalin o altri dittatori… che ne  temono  la forza dirompente e vogliono asservirlo ai loro fini propagandistici) e chi  vuole farlo liberamente, lasciandosi guidare solo dalla propria fantasia e ispirazione (come Mejerchol'd e Serghiej e Varvara), si può anche morire. Il Teatro fa male diceva Vittorio Gassman, Maestro di Sergio Basile e Barbara Scoppa alla Bottega Teatrale di Firenze: a lui, a Gassman, questo spettacolo - che si avvale della collaborazione di Spartaco Ripa che ha eseguito i disegni che svolgono una importante funzione drammaturgica all'interno dello spettacolo - è dedicato.

Lo spettacolo è una produzione di Fondamenta Teatro e Teatri di Francesco del Monaco e Cristiano Piscitelli, con la Direzione artistica di Giancarlo Sammartano e la Direzione organizzativa di Fulvio Ardone. Fondamenta Teatro e Teatri è il progetto di Fondamenta La Scuola dell'Attore che favorisce il naturale passaggio dalla formazione alla professione.

Di Sergio Basile

con Sergio Basile e Barbara Scoppa

Gaia Rinaldi

disegni Spartaco Ripa

regia  Sergio Basile

produzione Fondamenta Teatro e Teatri


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma