Il ricordo dell'attore George Hilton a cura del Centro Sperimentale di Cinematografia

Nato a Montevideo (Uruguay) il 16 luglio 1934 e scomparso a Roma il 28 luglio 2019, George Hilton esordisce in qualità di attore in Argentina nella seconda metà degli anni Cinquanta, alternando la carriera tra cinema, teatro, radio e fotoromanzi.

Giunto in Italia nel 1963, diviene ben presto un'icona del cinema popolare come protagonista di film western e thriller, spesso di culto, diretto, tra gli altri, da Lucio Fulci, Enzo G. Castellari, Sergio Martino, Giuliano Carnimeo, Tonino Valerii. L'ecclettismo era la sua caratteristica. Ogni ruolo sembrava il suo: quello serio, quello comico, quello sadico e quello dell'avventuriero scanzonato. Il tutto era poi contrassegnato dall'eleganza inimitabile del caballero sudamericano.

A ricordarlo lunedì 11 novembre alla Casa del Cinema ci saranno amici e professionisti del mondo del cinema, in un incontro-omaggio curato da Carlotta Bolognini in collaborazione con la Cineteca Nazionale e moderato da Graziano Maraffa. Ad anticipare il dibattito, alle ore 16, la proiezione del film Mio caro assassino di Tonino Valerii. A seguire, invece, il cortometraggio di Emanuela Panatta Mi sono… persa.

Ore 16.00 Mio caro assassino di Tonino Valerii (1971, 90')

Il commissario di polizia Luca Peretti è alle prese con una serie di delitti apparentemente senza alcun collegamento tra loro, ma che in seguito alle sue accurate indagini risultano strettamente legati da un filo logico. Alla base c'è il sequestro e il successivo assassinio di un bambino...Con George Hilton, Salvo Randone, William Berger, Marilù Tolo, Elisa Mainardi. «Ottimo giallo vecchio tipo, assolutamente poco trendy per il tempo, ma ben fatto. Ottenne anche recensioni più che decorose come quella di Pietro Bianchi» (Giusti).

Per gentile concessione della Surf Film Srl

a seguire incontro moderato da Graziano Marraffa con Nino Benvenuti, Olga Bisera, Carlotta Bolognini, Ruggero Deodato, Gabriella Giorgelli, Vassili Karis, Roberto Leoni, Malisa Longo, Antonella Lualdi, Sergio Martino, Saverio Vallone

a seguire Mi sono… persa di Emanuela Panatta (2008, 10')

Un puzzle di una vita, la scoperta di se stessa attraverso le immagini rubate. Un thriller psicologico della durata di 10 minuti scanditi da una sequenza fotografica... Esordio alla regia di Emanuela Panatta, una delle stelle del programma cult degli anni Novanta Non è la Rai, poi attrice, danzatrice, docente di movimento scenico e training fisico per attori. Con George Hilton, Francesca Ceci, Barbara Bonanni e Carolina Salvati e Sara Sartini.

CASA DEL CINEMA 

Spazio culturale di Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale

Gestione Zètema Progetto Cultura

Direzione Giorgio Gosetti

in collaborazione con Rai; Rai Cinema 01 distribution


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma