Piccole storie dalla Grande Guerra

La guerra non si combatte solo al fronte, fra assalti epici e atti d'eroismo. La guerra ferisce anche nelle case e nelle fabbriche, quando porta la propria ombra su mogli e figli; quando annichilisce ogni aspirazione che non sia quella di sopravvivere. Così, in quel 1914, mentre si sognava un mondo rinnovato e pieno d'energia, si imponeva drammaticamente la voce della ''Cattiva Dea''. Tra parole e musica Elena Bucci ci accompagna nella cronaca del suo personale viaggio nel tempo, alla ricerca di vicende e sguardi di chi ha riconosciuto la ''Cattiva Dea'' e ha reagito a cambiamenti inimmaginabili, pur rimanendo ai margini della storiografia ufficiale. Saggi storici e raccolte di lettere, diari e documenti, storie locali e familiari, per un fiume di scritture e testimonianze, un gigantesco coro che, attraverso dissonanze e differenze, si accorda in un possente canto contro la guerra. Alle ombre di questo coro, per un tratto breve, sarà dato corpo e voce. Per prime, alle donne, che di fronte alla follia della distruzione, si trovarono a lavorare, creare, curare, consolare, difendere.

Colloqui con la cattiva dea - Piccole storie dalla Grande Guerra
Di E. Bucci (dramm. in musica), con E. Buccci, S. Zanchini (fisarmonica).


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma