Riparte la stagione del Teatro Biblioteca Quarticciolo, in cartellone tanti appuntamenti come sempre dedicati ai nuovi linguaggi della scena contemporanea senza dimenticare le proposte per le nuove generazioni, gli incontri culturali e i laboratori di formazione.

In questi anni abbiamo fatto incursione nelle case, nei cortili e nelle piazze del Quarticciolo facendoci attraversare dalle lotte e dai sogni della borgata: Il diritto all'abitare, l'istituzione di "una comunità educante" di quartiere, lo sport come impegno politico per le nuove generazioni, i costumi inaspettati di Stefano Losito, residente del quartiere che quotidianamente ci sorprende con cortocircuiti immaginari nello spazio del reale. Queste le linee guida che hanno interessato il nostro lavoro, intrecciando attenzione alle pratiche del contemporaneo e istanze della vita quotidiana che ci circonda. Da qui nasce Come a casa tua, la campagna per la nuova stagione del Teatro Biblioteca Quarticciolo; ritratti che contaminano gli interni di spettatori e spettatrici con imprevisti fantastici impersonati da artiste e artisti, critiche, operatori e operatrici delle arti performative, testimonial del nostro abitare. Casa dove le comunità si mescolano e si accolgono a vicenda. Casa come diritto invocato dalla popolazione del Quarticciolo. Casa come spazio-tempo di cura per la ricerca artistica. Casa come luogo di incontro, per sentirsi Come a Casa tua.

Due rassegne prono la prima parte della stagione del Teatro Biblioteca Quarticciolo: FOCUS IN-BOX (dal 6 al 9 ottobre) e CONDIVISA (dal 20 al 23 ottobre)


FOCUS IN-BOX
Il Teatro Biblioteca Quarticciolo è partner di In-Box – Rete di sostegno del teatro emergente italiano, un network di teatri, festival e soggetti istituzionali che seleziona e promuove alcune delle esperienze produttive più interessanti della scena emergente italiana.
Ad aprire la rassegna il 6 ottobre alle ore 21:00 è LA CLASSE_un docupuppets per marionette e uomini, spettacolo vincitore In Box 2019 e di altri importanti premi nazionali (UBU 2019: Vincitore miglior progetto sonoro; nomination per miglior spettacolo di teatro, migliore regia, miglior scenografia, Vincitore Premio della critica ANCT 2019). Lo spettacolo, scritto e diretto da Fabiana Iacozzilli e prodotto da Cranpi, è un docupuppets con pupazzi e uomini. È un rito collettivo, in bilico tra La Classe morta di Tadeusz Kantor e I cannibali di George Tabori, in cui gli adulti, interpretati da pupazzi realizzati da Fiammetta Mandich, rileggono i ricordi di un'infanzia vissuta nella paura di buscarle. Una storia che Fabiana Iacozzilli fa nascere dai ricordi delle scuole elementari all'istituto "Suore di carità" e in particolare da quelli legati alla sua maestra, Suor Lidia.
Secondo appuntamento il 7 ottobre alle ore 21:00 con il Collettivo RMN che presenta RIMINI con la regia di Mario Scandale: racconto caleidoscopico, sotto la guida di un prezioso compagno di viaggio: Pier Vittorio Tondelli. di quella metropoli balneare che è la Riviera Romagnola. Il protagonista trascina il pubblico alla scoperta di una realtà dove luci e ombre, stereotipi e fantasmi, tradizioni e contraddizioni si trovano a convivere sotto quel velo di spensieratezza felliniana per cui è conosciuta in tutto il mondo.
Qual è il modello di vita degli Ultras? La risposta si racchiude in una sola parola: Mentalità. Dunque, cos'è la Mentalità? È una filosofia di vita basata su delle regole non scritte ma condivise tacitamente da tutti gli Ultras. NON PLUS ULTRAS (8 ottobre ore 21:00) segue l'evoluzione del protagonista Ciro, in scena Adriano Pantaleo, e la sua inesorabile affiliazione la mondo delle tifoserie estreme.
Chiude la rassegna il 9 ottobre alle ore 17:00 ARTURO di Nardinocchi/Matcovich (Premio Scenario Infanzia 2020) un lavoro che ha come tema il rapporto con i propri padri, con la perdita dei propri padri. Ecco che i racconti, i giochi, le date, gli aneddoti, le parole si trasformano in pezzi, per la precisione dodici, di un grande puzzle. Un gioco a cui gli spettatori non solo assistono come testimoni, ma sono anche invitati a partecipare attivamente: alcuni scrivono un proprio pensiero sul padre, mentre altri scrivono i titoli delle scene sui pezzi di puzzle, aggiungendo qualcosa di personale intorno alla figura del padre.

CONDIVISA
Dal 20 al 23 ottobre al Teatro Biblioteca Quarticciolo la rassegna CONDIVISA realizzata in collaborazione con Fortezza Est. Il primo spettacolo in scena il 20 ottobre ore 21.00 è TORTELLINI E IL GIORNO IN CUI FURONO INVENTATI di Alice Bertini e Federico Gatti in cui un uomo, una donna e un re, tra una profezia arcana e un presagio interiore, prendono parte a una paradossale gara di cucina a premi fornirà a tutti l'occasione per realizzare i propri desideri; pericolosamente diversi tra partecipanti e giuria, ma anche tra partecipante e partecipante.
LA FESTA È FINITA, in scena il 21 ottobre ore 21.00, racconta la storia di due cugine e amiche inseparabili: Rebecca e Sofia. Da quando sono bambine sognano di festeggiare insieme i loro diciotto anni, ma quando il giorno della festa finalmente si avvicina, tra le due tutto improvvisamente cambia e nulla sarà più come prima. Regia di Giorgia Mazzucato.
La compagnia Kontra Moenia offre al pubblico una riflessione ironica e giocosa sul senso della felicità, un tentativo tragicomico e a tratti paradossale di ritornare alla vita in quello che di certo non è "il migliore dei mondi possibili" come raccontato in STORIA DI UNO CHE MI SOMIGLIA, in scena il 22 ottobre ore 21.00.
Ultimo appuntamento il 23 ottobre ore 17.00 è con ECO - About Elizabeth di Leonardo Bianchi Gian Maria Labanchi. Stanca di una vita priva di pace e libertà, e dopo essere miracolosamente scampata a due attentati, Elisabetta ha un dialogo con la morte che le propone un patto: una vita, in cambio della libertà. Elisabetta accetta e proprio in quei giorni a corte si presenta un nuovo poeta, Orlando.

A seguire il 4 e 5 novembre ore 21.00 in scena il Collettivo Ivona con le creazioni di Pablo Girolami T.R.I.P.O.F.O.B.I.A JOSE PASQUAL: un affondo nel corpo, nelle sue geometrie e nelle sue irregolarità. Lo spettacolo fa parte della programmazione di Orbita|Spellbound- Centro di Produzione Nazionale della Danza in co-realizzazione con Romaeuropa Festival.
Daniele Timpano ed Elvira Frosini presentano per la prima volta a Roma il loro ultimo lavoro DISPREZZO DELLA DONNA IL FUTURISMO DELLA SPECIE in scena il 26 novembre ore 21 e 27 novembre ore 17. Lo spettacolo è una cantata a due voci dedicata ai futuristi ed al disprezzo della donna: uno spettacolo contro la donna che ostacola la marcia dell'uomo, contro quei fantasmi romantici che si chiamano donna unica, amore eterno e fedeltà, contro il femminismo e contro la famiglia, contro la democrazia e contro il parlamentarismo. Uno spettacolo femminista, composto da materiali che non lo sono affatto.
Il 3 dicembre ore 21.00 (in matinée per le scuole il 2 dicembre ore 9.30) il collettivo UnterWasser è al Quarticciolo con UNTOLD, un viaggio introspettivo, frutto di un'accurata ricerca sulle potenzialità del teatro d'ombre. Una proiezione a vista di corpi e oggetti in cui l'Illusione e lo svelamento dell'artificio convivono. Il linguaggio del teatro visuale si fonde con una colonna sonora originale che diviene parte integrante della drammaturgia.
Graditissimo ritorno quello del Teatro delle Ariette con due allestimenti. Primo appuntamento con E RIAPPARVERO GLI ANIMALI in scena dal 13 al 15 dicembre ore 21.00. Ambientato in un futuro distopico che assomiglia drammaticamente al nostro presente lo spettacolo racconta di un mondo in cui sono stati eliminati tutti gli animali ritenuti colpevoli di essere portatori di malattie, un mondo nuovo, moderno e crudele, indurito, buio e senza pietà. Il 16 e 17 dicembre ore 21.00 è la volta di MURI. AUTOBIOGRAFIA DI UNA CASA, la messa in scena affonda le sue radici nel secolo scorso seguendo una storia che comincia negli anni cinquanta e termina esattamente alla caduta del muro di Berlino, nell'autunno del 1989.

TEATRO PER LE NUOVE GENERAZIONI a cura di Federica Migliotti
Tanti appuntamenti dedicati alle nuove generazioni di spettatori: proposte di qualità che coniugano i più disparati linguaggi della scena con la delicatezza delle fiabe e temi importanti.
Michelangelo Campanale della compagnia La Luna nel letto dirige un gruppo di danzatori-acrobati affrontando la più popolare tra le fiabe: CAPPUCCETTO ROSSO, in scena il 16 ottobre ore 17.00 (in matinée per le scuole il 17 ottobre ore 10). Le relazioni tra i personaggi e la dinamica della storia si rivelano sulla scena attraverso il corpo, il linguaggio non parlato, ispirato all'immaginario dei cartoni animati di inizio '900. In scena il 17 novembre ore 9.30 (in matinée per le scuole) Settimo Cielo in IL CAVALIERE SULLA LUNA. Dedicato a un pubblico di adolescenti il 20 novembre ore 19 (in matinée per le scuole il 21 e 22 novembre ore 10.00) va in scena A + A STORIA DI UNA PRIMA VOLTA, diretto da Giulio Scarpinato, il cui tema è l'amore dal punto di vista dei giovanissimi. Il 24 e 25 novembre ore 9.30 (in matinée per le scuole) Illoco Teatro porta in scena LUMEN.
Il Teatro delle apparizioni di Fabrizio Pallara è in scena con IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO, la celebre fiaba di Andersen in programma il 18 dicembre ore 17.00 e in matinée per le scuole il 19 e 20 dicembre ore 9.30 e 11.30.

INCONTRI E ALTRE INIZIATIVE
In collaborazione con il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli il 29 ottobre ore 21 il Teatro ospita la serata conclusiva del Premio La Karl Du Pigné 2022 – IV Edizione. Le prime fasi del Premio hanno coinvolto direttamente il pubblico invitandolo a segnalare e successivamente a votare i progetti e le creazioni individuati dalla Giuria, portatori di un particolare significato per la comunità LGBTQ+, nel senso più ampio possibile quindi anche a tematica sociale. Le categorie in gara sono Performer, Spettacoli, Cinema, Libri, Musica e Arte.
Il 18 novembre ore 21.00, in collaborazione con Puro Teatro e Università degli studi Tor Vergata – Dipartimento SPFS, Claudio Morganti è protagonista del reading AOI NOI UE (La Principessa AOI) del grande scrittore giapponese Yukio Mishima.

IN RESIDENZA
Il Teatro Biblioteca Quarticciolo è una vera e propria "casa" per gli artisti, e quindi anche per il periodo ottobre/dicembre si confermano alcune residenze artistiche ospitate dal Teatro. La giovane compagnia napoletana Putéca Celidònia è in residenza dal 10 al 15 ottobre con l'allestimento di FELICISSIMA JURNATA. Transitano nel nostro teatro anche due progetti che debuttano al Romaeuropa Festival 2022: dal 7 al 10 novembre la regista e drammaturga Martina Badiluzzi è al lavoro per la messa in scena di PENELOPE; dall'11 al 16 novembre è la volta di Paola Di Mitri con VITA AMORE MORTE E RIVOLUZIONE. È dedicata alla danza invece la residenza di Daniele Ninarello parte del programma di Orbita|Spellbound - Centro di Produzione Nazionale della Danza, in programma dal 5 al 10 dicembre per dare spazio al proseguo del processo di creazione del progetto HEALING TOGETHER.

FORMAZIONE
Per la prima volta al TBQ, dal 27 settembre, Dante Antonelli con SLAVES, un laboratorio pensato come luogo d'incontro e formazione, di indagine e studio sulle pratiche della performance e della scrittura scenica, rivolto a professionist* e non. In questo progetto di ricerca sul presente, la pratica performativa è il linguaggio con cui indagare ed esporsi in prima persona. La visione del vuoto e l'atto fatale: la tensione spirituale della performance è quella del samurai idealizzato da Mishima.
Jessica Bertagni della Compagnia TeatroViola, riprende CHI È DI SCENA, il laboratorio teatrale per bambini 6/10 anni; da quest'anno anche uno pensato per ragazze e ragazzi dagli 11 ai 13 anni. Chi è di scena? è un laboratorio teatrale pensato come strumento per la promozione del benessere del bambino con l'obiettivo di accrescerne gli strumenti di consapevolezza e creatività attraverso il gioco del teatro. Il percorso sarà inizialmente incentrato sull'ascolto del ritmo personale e di gruppo, in relazione allo spazio e all'ambiente circostante.
Da ottobre in teatro anche gli appuntamenti di Limelight: corsi di illuminotecnica e lighting design con la direzione artistica di Francesca Zerilli e Angelica Ferraù.

Teatro Biblioteca Quarticciolo
Direzione Giorgio Andriani, Antonino Pirillo, Valentina Marini
Consulenza culturale Valentina Valentini

Informazioni, orari e prezzi

Info:
tel. 06 69426222 
biglietteria@teatrobibliotecaquarticciolo.it  

Botteghino aperto tre ore prima dell'orario di spettacolo

Biglietti:
Prevendite disponibili su www.ciaotickets.com e nelle rivendite autorizzate

Tariffe:
intero 12€ 
ridotto 10€ (over 65, under 24, Convenzioni) 
ridotto 7€ (under 12)
Nuove Generazioni 2 persone 15€
Spettacoli per le Scuole 7€
*ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria per Incontri e Convegni

Canali digitali:
facebook: teatrobibliotecaquarticciolo
instagram: teatrobibliotecaquarticciolo
www.teatrobibliotecaquarticciolo.it
www.tbqvoices.com
vimeo.com/tbqvoices

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli