Donne sospese tra paura e amore

Storie di donne che per amore nel senso più ampio del termine e per consegnarci una società migliore, hanno combattuto - e combattono- con forza e determinazione.

Il titolo “Come funamboli” evoca il concetto di equilibrio precario e del trovarsi sospesi: proprio come appesi ad un filo. Le donne cui diamo voce nello spettacolo, sono donne che hanno lottato e che continuano a lottare, mettendo a repentaglio la propria vita in nome dell’amore per la libertà e la giustizia sociale. Partendo dalle storie di protagoniste che hanno preso parte attiva alle due resistenze- lotta partigiana e movimento antimafia- arriviamo a donne che, nei nostri giorni, hanno un ruolo fondamentale nella costruzione quotidiana di una società solidale e responsabile.

Un' alleanza permanente tra memoria di ieri e impegno di oggi.

Tanti i temi affrontati, dall’antifascismo all’antimafia, dal precariato all’aborto, dall’immigrazione alla guerra.

Laura Lombardo Radice, Íngrid Betancourt , Saveria Antiochia, Rita Atria, Carla Angelini, Chiara Pulvirenti, Ilaria Alpi, Shaharyiar, Malalai Joya, Luz Marina Bernal e Franca Rame sono le protagoniste di questo coinvolgente viaggio musicale che ci farà viaggiare nel tempo e nello spazio, sospesi sul fil rouge della resistenza.

LETTURE:

Consuelo Cagnati, Flavia Famà.

MUSICHE:

Fisarmonica, Bodran e Spoons: Giovanni Di Folco

Chitarra, Bodran e plettri: Gianluca Spirito

info.comefunamboli@gmail.com

Il video promo

La pagina fan

Il link all'evento


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma