Al teatro Porta Portese tre spettacoli in uno: Hugo, Wilde e un corto teatrale, insieme per una serata dedicata al teatro e al sociale con la presenza di Amnesty

Il 25 e 26 Febbraio al Teatro Porta Portese di Roma, tre spettacoli in uno: tra Hugo, Wilde e un corto teatrale, insieme per una serata dedicata al teatro e al sociale con la presenza di Amnesty International. La serata è presentata nell'ambito della rassegna "Sale in Scena".

Dalle 21 si inizia con "Condannato a morte. The Punk Version" di Davide Sacco, da Victor Hugo, con Orazio Cerino, musiche dal vivo di Martina Angelucci, scene di Luigi Sacco, uno spettacolo prodotto da Avamposto Teatro patrocinato da Amnesty International - Italia che parteciperà alla serata con un intervento.

Alle 22 segue il reading, presentato dall'Associazione Culturale Ingranaggi, a cura di Davide Sacco liberamente tratto da "La ballata del carcere di Reading Gaol" di Oscar Wilde, con Luisa Banfi, Margherita D'Andrea, Indri Qyteza Shiroka.

Chiude la serata il corto teatrale presentato dall'Associazione Culturale Ingranaggi "Lettere dalla terra dei pazzi" di Ilaria Ceci, regia di Davide Sacco, con Giulio Cancelli, Alessio Rizzitiello, Ilaria Ceci.

Musiche dal vivo composte da Paolo Marzo ed eseguite da Antonio Sabelli.

Parigi, carcere di Bicêtre. Un uomo senza nome, un condannato a morte come tanti e i suoi ultimi giorni di vita scorrono davanti agli occhi del pubblico. Da "Ultimo giorno di un condannato a morte" di Victor Hugo, il testo di Davide Sacco restituisce la modernità di una grande opera, datata 1829, decontestualizzandola nella struttura, senza mai tradire l'originale per l'intrinseca attualità che la caratterizza.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma