Un ironico tragico divertente monologo affamato

Una donna che non riesce più ad avere consapevolezza del suo corpo, della sua immagine. E' solo un involucro che contiene cibo o viceversa non ne contiene affatto. Non si guarda più, non si vede, ma si racconta con una disarmante semplicità così come è, e racconta racconta dei suoi genitori, della sua infanzia, di quegli amori vissuti e soprattutto non vissuti.

Il suo specchio è semplicemente un water e l'immagine riflessa e quella degli altri, il pubblico. Anoressica. Bulimica. Logorroica. Affamata d'amore più che di cibo, racconta la sua vita attraverso la compulsione delle parole e del gesto, chiusa in un bagno. La sua è una vita ironicamente votata all'autodistruzione, anestetizzata dal vomito unico punto fermo. reale, fedele. Non ci sono giudizi. nulla e giusto o sbagliato. Ognuno ha diritto ad essere felice nella propria infelicità di amare.

Uno spettacolo di parole vomitate in un water conosco l'amore solo per sentito dire è un ironico tragico divertente monologo affamato.

Conosco l'amore solo per sentito dire

Scritto e diretto da Rita Gianini

Con Manuela Di Salvia


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma