In scena la più rappresentata tra le opere di Dario Fo e Franca Rame

L'associazione culturale T.E.M.A – teatro ,espressione, musica e arte porta in scena  la storia di un matrimonio  "democratico"  e "progressista" vissuto sulla scia di un sessantotto interpretato in maniera discutibile, dove le spinte alla liberazione sessuale e al rifiuto  dei tabù e delle convenzioni "borghesi" si scontrano con gli equivoci di una morale ipocrita. Come al solito nella "coppia aperta ", in cui si teorizza l'assoluta parità dei partner, è la donna a rimetterci perche' il maschio, tronfio fino al ridicolo, nella sua illusione di un'eterna giovinezza, applicando unilateralmente il principio in oggetto non accetta che la sua compagna si prenda la propria parte di libertà: e allora va in crisi, invoca la mamma, minaccia il sucidio… salvo poi ringalluzzire precipitosamente non appena la moglie, impietosita, confessa di avere inscenato  una situazione del tutto inventata.

Naturalmente, a quel punto, non potrà mancare il classico colpo di scena.

Coppia aperta … quasi spalancata e la più rappresentata tra le opere di Dario Fo e Franca Rame un atto unico dalla forte comicità e ironia che mette a nudo le dinamiche delle relazioni sentimentali in un contesto grottesco ma mai inverosimile. Un dipinto sempre attuale di incomunicabilità nel quale rancori e rivincite mettono in moto un carosello di eventi dai quali nè uomo nè donna usciranno a testa alta, vittime dei loro stessi desideri.

 

di Dario Fo e Franca Rame

 

Interpreti

la moglie: Eleonora Napolitano

il marito: Roberto Pulcinella

l'uomo: Giorgio De Angelis

 

 

Regia: Eleonora Napolitano

aiuto regia: Maurizia Danza

assistente alla regia: Anna Di Mauro


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma