Da Mozart e Da Ponte ai Tre Barba. La lirica come non l'avete mai sentita

Debutta in prima assoluta al Teatro Studio Uno dal 22 al 25 novembre 2018 "Così fan tutte" spettacolo ispirato alla lirica di Mozart e Da Ponte, prima parte di un progetto originale e coraggioso de "I Tre Barba": Lorenzo De Liberato, Alessio Esposito e Lorenzo Garufo che portano in scena attraverso la prosa, i libretti di due tra le più celebri opere liriche del settecento ("Così Fan tutte" e "Il barbiere di Siviglia" 14-17 febbraio 2019).

L'opera lirica viene spesso tenuta a distanza, soprattutto dai giovani, spesso per motivi puramente economici oppure perché ritenuta una forma d'arte-spettacolo lontana, superata e datata; in verità la lirica rappresenta un mondo eccezionale, fondamentale per la nostra tradizione artistica e culturale, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo.

Recitando i grandi libretti delle opere di Mozart e Rossini, "I Tre Barba" si propongono di far conoscere ad un pubblico popolare la lirica e opere che ai giorni nostri sono perlopiù sconosciute o soltanto sommariamente apprezzate.

Attraverso una scena minimale, tre sgabelli e pochi e significativi oggetti di scena, Lorenzo De Liberato, Alessio Esposito e Lorenzo Garufo recitano fedelmente e quasi del tutto integralmente i libretti, alternando alla recitazione intermezzi musicali, arrangiando le arie più celebri delle due opere, eseguiti rigorosamente in coro, a cappella, senza l'ausilio di alcuno strumento musicale.

"Così fan tutte" è uno spettacolo di intrattenimento puro, divertente ed ironico che sfocia in una vera e propria parodia giocosa dell'opera lirica senza svilirne mai, al contempo, la purezza e la grandezza che la contraddistingue.

 

SINOSSI

Napoli 1700

In una bottega di caffè, i giovani ufficiali Ferrando e Guglielmo lodano la fedeltà delle loro fidanzate, rispettivamente Dorabella e Fiordiligi. Il loro amico, lo scapolo Don Alfonso, negando l'esistenza della fedeltà femminile propone loro una scommessa: dopo aver finto di partire per una guerra improvvisa i due giovani, travestiti da nobili albanesi, dovranno corteggiare insistentemente ognuno la fidanzata dell'altro. Guglielmo e Ferrando accettano di buon grado la scommessa ma, dopo un'iniziale resistenza da parte delle due ragazze, i giovani militari saranno costretti a ricredersi, dando così ragione alle parole di Don Alfonso "Così fan tutte".


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma