“Cuoro lo spettacolo” vuole presentare al pubblico le tematiche del disagio della generazione dei trentenni, incarnati nella figura di una donna, attrice, autrice, artista e precaria della vita. Il pubblico è invitato a prender parte ad un’esibizione intima e dissacratoria della vita partendo dal punto di vista particolare e linguisticamente giocoso del blog ma passando per le caratteristiche peculiari di un’attrice esplosiva e comica. “Cuoro lo spettacolo” parla della difficoltà dello stare innanzitutto a contatto con se stessi, con i propri desideri ma anche con le proprie idiosincrasie, con i dubbi, ma anche dandosi la possibilità di giocare con le domande che ci si pone, e mentre si sperimenta questa difficoltà di stare a galla, in mezzo accade la vita, e si passa dall'aver a che fare con se stessi, ad aver a che fare con gli altri: la famiglia, gli amici, la società, l'amore.
E sull'amore ci si arena sempre un po', ci si inceppa, ci si blocca.
Poi si ricomincia.
Si prova a ridere di quanto tutto questo incespicare sia un po' vivere, portandosi avanti, cercando di mordere con autenticità le cose, i desideri, il piacere e anche il dolore.
Ognuno per quello che ha con quello che può.

Non consola del tutto ma siamo così: umani, imperfetti, da ridere.

Progetto Goldstein
presenta

Cuoro lo spettacolo

uno spettacolo di e con Gioia Salvatori

regia Giuseppe Roselli

aiuto regia Francesca Romana De Berardis
disegno luci Javier delle Monache
scene Ciro Paduano
costumi Le costumistiche
foto di Manuela Giusto

Informazioni, orari e prezzi

10 agosto ore 21.30
All'interno del festival I Solisti del Teatro XXII ed.

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli