Un ensemble di ricercatori e artisti mediali

Studio italiano fondato nel 2007 da Luca Camellini e Mattia Carretti, fuse* non è un semplice gruppo di creativi, ma un ensemble di ricercatori e artisti mediali impegnato tanto nella produzione di performance e installazioni quanto nella creazione d'esperienze multimediali, software e piattaforme tecnologiche e nell'intersezione tra virtualità e architettura.
Dopo aver presentato Ljós durante REf16, fuse* torna con Dökk, un nuovo viaggio nell'inconscio dove mondi e universi nascono e si dissolvono, tesi alla costante ricerca di un equilibrio tra luce e buio.
'Buio' è, non a caso, il significato della parola islandese che dà il titolo a questa performance, costruita attraverso una narrazione circolare capace di trasformare il palcoscenico in un luogo della mente in cui perdere le coordinate spazio-temporali e ricostruire la realtà secondo la propria immaginazione.

Cosa c'è al centro di mondi differenti e, solo in apparenza, lontani? Per la trentatreesima edizione di Romaeuropa Festival al centro ci sono le storie, tutte le visioni e suoni dei suoi 300 artisti ospiti. Al centro c'è la danza, il teatro, l'arte visiva analogica e digitale, la performance e lo spettacolo dal vivo, come strumenti e mezzi in grado di mettere in comunicazione idee e realtà agli antipodi. Dal 19 settembre al 25 novembre quattro continenti convergono tutti al centro della città eterna, trasformando Roma nel cuore dello scambio tra mondi, tra diversità culturali e geografiche, che si amalgamano in una sola, grande narrazione, che noi chiamiamo Romaeuropa Festival 2018.

Appartiene ad un evento principale:


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma