Lo spettacolo è l’eco di un teatro occupato e ritrae la storia di quattro attori di una compagnia teatrale stabile che occupano, in segno di protesta, il loro storico teatro destinato a chiudere per permettere la costruzione di un parco commerciale. Nascono così alcuni personaggi e scene che sfiorano vari generi e stili teatrali. Emergono storie personali come in una eterna confessione, facendo venire a galla questioni attuali come droga, omofobia, rapporto genitori-figli e legalità.
Antonio Diana mette in scena con Mariano Riccio, Mario Piana, Arianna Luzi Individui intrappolati in un limbo a tratti reale e a tratti immaginario, che sembra sia terreno che di un'altra dimensione. Uomini che si preparano inconsapevolmente ad un passaggio; persone al bivio dell’essere e dell’essenza, ad un passo dal passaggio dalla vita alla morte e dalla morte alla vita, raccontano storie, come in una eterna confessione, spinti dal luogo e dalla condizione in cui si trovano, attraversando mutamenti di stato e di condizioni, passando da un periodo all’altro del loro vissuto.

Argomenti che si incatenano ai personaggi in un contesto a tratti brillante che spinge la rappresentazione dal comico al drammatico in maniera radicale, ponendo e imponendo diversi stati d’animo e condizioni in cui per ognuno avverrà un passaggio diverso, ma per tutti un eguale rinascita.


Scritto e diretto da Antonio Diana, con Antonio Diana, Mariano Riccio, Mario Piana, Arianna Luzi
musiche originali Lino Cannavacciuolo e Mariano Bellopede, assistente alla regia: Gabriele Mangion.


Informazioni, orari e prezzi

Millelire

ore 21.00
domenica ore 18.00

Costo biglietto:
intero 12.00, ridotto 10.00

tessera associtativa 2.00

per info e prenotazioni:
06 39751063 - 333 2911132
clicca qui

Dove e quando

Potrebbe interessarti in Spettacoli