La società dei magna magna

" Questo mio ultimo spettacolo, non so perché, lo preferisco a tutti gli altri che ho fatto, forse perché c'è il mio punto di vista con il mio solito terzo occhio di artista, che mi ha sempre suggerito i miei più grandi successi".

La società dei magna-magna ci circonda. Ma un romano, pure se mafioso, resta comunque un romano. Un’analisi spietata e irriverente su tutte le ingenuità e le caratteristiche di questa società ormai allo sfascio. Una piccola borghesia che si mescola al grottesco delle borgate e giudica tutto e tutti senza mezzi termini. E alla fine?

Alla fine c’è Dado, che con il suo esilarante punto di vista ci porterà per mano attraverso le sue disavventure di padre e di uomo in un mondo in cui è impossibile non riconoscersi.

"Quando prendevo in giro i miei professori a scuola non sapevo che già stavo facendo satira... Sfidavo le figure istituzionali con la profonda consapevolezza di potermelo permettere perché mi sono sempre sentito una persona migliore dei loro scialbi insegnamenti"

L'intraprendente comico romano continuerà quindi il suo appuntamento settimanale nel programma su La7 a "Servizio Pubblico" di Michele Santoro, che sta catturando l’attenzione del popolo del web e ottenendo nuovi grandi consensi. Un vero e proprio momento di satira in musica, dove tra battute taglienti e verità disarmanti riesce a rappresentare il malcontento italiano.

"La società dei magna magna è anche il titolo di una canzone che ha avuto un milione di visualizzazioni tra tutti i social... ho scoperto quanto il linguaggio web sia diretto e stimolante

Basta un telefonino con telecamera senza superare i tre minuti ... Altrimenti whatsapp non lo supporta!!!"

Contestualmente quindi sarà impegnato a teatro dove porterà questa sua graffiante comicità.

" Il teatro provoca dipendenza... La tv può aiutarti a smettere".

Testi di Dado, Emiliano Luccisano, Marco Terenzi

Regia Marco Terenzi


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma