Uno spettacolo scritto e diretto da Marco Micheli ed interpretato da Simone Bobini

Dal 27 al 29 maggio alle ore 21:00 andrà in scena, nel contesto del "XXV Festival del Teatro Patologico", "Dio, se ci sei, fallo morire". Uno spettacolo scritto e diretto da Marco Micheli ed interpretato da: Simone Bobini; Angelo Sateriale; Laura Tedesco; Angelica Pula; Ilaria Sartini.
"Dio, se ci sei, fallo morire" è uno spettacolo che descrive le relazioni di una famiglia, nella quale il padre è affetto da depressione cronica e sindrome paranoica. Il testo si sofferma, in particolare, sul rapporto tra padre e figlio.
Lo spettacolo rappresenta: Le violenze psicologiche ed a volte fisiche inflitte dal padre Ivo; la non accettazione della malattia del padre da parte dei figli; la difficoltà di relazionarsi ad un padre dall'umore imprevedibile; l'impossibilità di interpretare e quindi di accettare l'educazione del genitore; il rifiuto del padre come padre e come essere umano.
Il dramma si conclude con la malattia terminale del padre, durante la quale il figlio Marco, riesce ad apprezzare la parte positiva del genitore, fino ad allora rimasta sullo sfondo.
Le occasionali inabilità di Ivo a parlare, a causa della malattia, fanno prendere coscienza a Marco di quanta affinità ci sia tra loro. Marco scopre la sua "identità" con il padre. Ognuno di noi è parte dei propri genitori e dei loro avi. L'espressione "Dio, se ci sei, fallo morire", assumerà, senso opposto.
L'amore esiste e resiste nonostante l'odio.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma