Ricordo frammentario di una lettura antica o di un racconto proiettato

Spettacolo di fusione dei linguaggi dell'arte, in equilibrio sul filo della Memoria proiettata fra parola, immagine e note, tra arte contemporanea e teatro, Diva Navi è il racconto di un viaggio fra storie e storia, un periplo che conduce lontano nel mare profondo, nella memoria o forse nel sogno.

La parola crea galleggianti frammenti di specchio e oblique proiezioni sulle onde improbabili di un mare d'invenzione, che invaderanno lo spazio e creeranno un cielo di immagini riflesse, in un processo di rotazione celeste accelerata, determinata dall'azione rompi-ghiaccio del Battello. Un caleidoscopio astrale per ospitare qualche nostro desiderio.

Un Battello che in uno stupendo racconto, Fleischer trasforma in una narrazione di avventure fantastiche, con progressive variazioni nel tempo e nello spazio, protagonista e insieme teatro di eventi mirabolanti e visionari in una performance di Gaia Riposati, lettrice/attrice ad accompagnarne le trasformazioni e ad interpretarne le atmosfere fra le onde sonore delle note della viola di Marco Valabrega.

"Straordinario attraversatore di linguaggi, fotografo, cineasta, artista visivo e scrittore, Alain Fleischer spinge le sue ricerche linguistiche ai confini estremi della sperimentazione, portando il set cinematografico all'interno dei labirinti oscuri della apparente staticità delle immagini fotografiche, dove quello che fa apparire è qualcosa in più del reale, portando nel campo visivo il risultato della riflessione degli specchi." (Massimo Riposati)

di Gaia Riposati da un racconto di Alain Fleischer musica di Marco Valabrega allestimento multimediale di Massimo Di Leo con Gaia Riposati e Marco Valabrega.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma