Due serate dedicate alla riflessione

Antonella Salvatore ci parla attraverso lo spettacolo "Doppio Legame. Quando l'Inferno uccide l'Amore" del delicato tema della violenza psicologica e della dipendenza affettiva nella coppia. 15 e 16 marzo al Teatro Tor Bella Monaca.

Versione media immagine "Legati da fili sottilissimi, intrecciati tra loro tra gocce di rabbia e desiderio. Bisognosi dell'altro come di una droga che calma solo per un istante, ma sai che ti toglierà la vita"

Doppio Legame è il Mondo Infernale in cui si precipita quando da una parte ci si vorrebbe liberare dell'altro che ci sottomette con una continua violenza psicologica, ma il legame malato basato sulla dipendenza affettiva impedisce di dire basta. I protagonisti dello spettacolo sono una coppia coinvolta in una relazione paradossale ma molto diffusa in cui la violenza psicologica non viene riconosciuta come tale da chi la vive e la attua. L'uomo e la donna per effetto di una relazione che non riescono a interrompere si scambiano il ruolo di vittima, salvatore e carnefice in modo estenuante fino a ritrovarsi in una posizione umana insostenibile. Lo Spettacolo è stato presentato al Convegno "La violenza sulla donna e sul bambino: prevenzione, accoglienza e accompagnamento" organizzato dal Dipartimento di Neuroscienze dell'Istituto Superiore di Sanità per sottolineare il valore del Teatro come strumento di prevenzione contro la violenza, in occasione della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre.

Doppio Legame. Quando l'inferno uccide l'amore

autrice e regista Antonella Salvatore

aiuto regia Carolina Guerra

interpreti Stefano Flamia e Antonella Salvatore

Istituto Teatrale Europeo


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma