"Dedicato a me stesso, l'autore, il macroscopico bugiardo"

Dedicato a me stesso, l'autore, il macroscopico bugiardo. Così la dedica di Sterminio, terzo lavoro dei Drammi Fecali di Werner Schwab.

Protagonista di ESSE - SANTO SUBITO - è dunque proprio lui, il grande bugiardo, l'autore/perfomer di una storia fortemente biografica e autocelebrativa.

ESSE come Silenzio, ESSE come Solitudine, ESSE come Suicidio.

Il lavoro originale è frutto ancora una volta della coraggiosa drammaturgia collettiva curata da Dante Antonelli dedicata alla figura del poeta della scena austriaco, morto suicida a poco più di trent'anni nel 1994.

Dopo il successo di FÄK FEK FIK (premiato al Roma Fringe Festival 2015

come Miglior Spettacolo, Migliore Drammaturgia, Migliore Attrice ex – aequo alle tre protagoniste) il Collettivo SCH continua il lavoro di esplorazione della trilogia di Schwab, per sottolineare la contemporaneità degli anni Novanta con quelli che stiamo affrontando, nella loro crudezza che miete vittime soprattutto tra i giovani trentenni, schiacciati tra le ottusità della società di cui sono figli e l'immaturità delle nuove generazioni che non riescono a comprendere a fondo la tragedia che li attende.

Nella presenza dell'unico performer trovano espressione non solo un giovane artista trentenne ma anche un suicidato violentemente dalla società. La drammaturgia si sviluppa in due scene dedicate ai due alter ego di Werner Schwab, consegnati come un testamento nell'opera Sterminio: Herrmann, giovane pittore disperato e la Signora Cazzafuoco, anziana assassina delirante. Essa prende vita in una danza di creazione e distruzione, accompagnata dai disegni live di Giovanna Cammisa e dalle musiche noise di Samovar; è corpo ed è parola dell'attore.

regia Dante Antonelli

con Gabriele Falsetta

drammaturgia collettiva a cura di Dante Antonelli

aiuto regia Domenico Ingenito

assistente regia Domenico Casamassima

ambiente scenico Francesco Tasselli

ambiente sonoro Samovar

opere in videoproiezione Giovanna Cammisa

costumi Claudia Palomba

coordinamento Annamaria Pompili

ufficio stampa Marta Scandorza

foto Ugo Salerno

progetto grafico Serena Schinaia


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma