L'alternanza di comicità, assurdità, rabbia, frustrazione lavorativa e bisogno di astrazione

Fiato corto nasce dal bisogno di emancipazione, dalla voglia di tagliare i fili, dall'urgenza di trovare altre strade all'intrattenimento, altre vie alla condivisione dello squallore e altre porte da spalancare alla mutazione.

Tra monologhi e dialoghi a due e tre personaggi, la compagnia prende il sopravvento sul testo, provando a stravolgerne il senso, sulla regia, resa invisibile dalle sollecitazioni degli attori, sui personaggi, che con il rallentamento del respiro diventano sempre più sicuri del loro ruolo e pronti ad uscire dallo schema imposto dal Deus ex Machina.

L'alternanza di comicità, assurdità, rabbia, frustrazione lavorativa e bisogno di astrazione permette agli attori di giocarsi la loro possibilità interpretativa ed al pubblico, nell'avvicendamento mirato degli interlocutori, di trovare sempre qualcosa a cui aggrapparsi per mantenere alto il livello di curiosità e tensione.

FIATO CORTO

Scritto e Diretto da Andrea Monti

Con

Martina Barboni

Riccardo Benforti

Emanuele Boscioni

Francesco Casella

Diego Parente

Lisa Recchia

Giorgia Valeri

Cast tecnico

Aiuto regia Matelda Sabatiello

Coreografie Giorgia Valeri

Costumi Angela Di Donna e Mariagrazia Iovine

Supervisione musiche Umberto Papadia

Disegno luci Mauro Guglielmo


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma