Per parlare di tutte le forme dell’amore

Il 5 maggio al Teatro Lo Spazio in scena Gabriele La Porta per parlare di tutte le forme dell’amore.

Filmati, poesie e brani musicali, faranno da corollario al viaggio, nelle sfere dell’amore. Dall’amore di coppia a quello per i propri figli fino all’amore universale che muove, appunto, tutte le stelle.

"In un mondo contaminato dall’odio desidero testimoniare che la maggior parte delle persone che ho incontrato nella vita avevano fondamentalmente il bene nel cuore. Bastava saperlo cercare. Ecco per me la ricerca significa studiare i metodi per permettere alla Luce di farsi strada all’interno del cuore.

Ecco il cuore.

Gli antichi Egizi reputavano degni delle sfere celesti le anime dei defunti che avevano un cuore ricolmo di passioni emozioni e amori. Il mondo contemporaneo ha bandito il Femminile e gli slanci d’amore e d’eros. Prima che il pianeta ci muoia sotto i piedi per incuria violenza ed odio credo che dobbiamo tornare all’accettazione del debole, dell’indifeso, del diverso, del transfuga, dell’esiliato, del rinnegato, dell’oscuro, del fuggiasco e quindi tornare a quel femminile che è una qualità dell’anima che attraversa donne e uomini"

Gabriele La Porta

In scena: Gabriele La Porta, la soprano Flavia Colagioia, il musicista Cris Vola e Enzo Garramone.

Direzione artistica Francesco Verdinelli e Alberto Bassetti


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma