La storia di un uomo che rappresenta il perfetto stereotipo della realtà che tutti noi viviamo

Debutta il 26 ottobre al Teatro L'Aura, GATE 2348 - Quando la candela si spegne rimane il buio. Lo spettacolo scritto da Sergio Tosti e diretto da Andrea Gizzi, con Massimo Vincenzi e musiche dal vivo di Fabio Menditto e Angelo Ercoli sarà in scena fino al 5 novembre

Gate 2348 racconta la storia di Dante, il perfetto stereotipo della realtà che tutti noi viviamo. La sua è una vita frenetica, incorniciata da isolamento e anaffettività, nella quale non c'è tempo per prestare attenzione alla coscienza e alla consapevolezza di sè. Dante è alle prese con il grande problema dei giorni nostri: il lavoro.

Vive questa realtà a modo suo, e trasforma l'ambiente attorno a sé sfruttandolo per tirare avanti e usando come punti di forza le sue debolezze. Le sue giornate sono segnate da incontri con una serie di improbabili personaggi che prova a raggirare pur di raggiungere i suoi scopi. Per questo, cambia voce, sesso, ruolo, crea situazioni paradossali e coinvolge persone che lo possano aiutare a centrare l'obiettivo.

In virtù della sua machiavellica filosofia di vita, "il fine giustifica i mezzi", è pronto a dare la "sòla" alla madre pur di arrivare a stipulare un contratto. E così pensa di essere forte, crede di dominare la tecnologia ma, ad un certo punto, un incubo notturno lo costringe a fare i conti con se stesso, ed ecco che in lui affiora un'insolita malinconia.

Il messaggio finale? Lo vorreste sapere… beh, sta tutto nella fiamma di una candela che si spegne… Venite a sorprendervi con noi

Vi aspettiamo dal 26 ottobre al 5 novembre 2017

con ORA di Luca Giacomozzi

Per maggiori info: http://www.teatrolaura.org/portfolio/gate-2348-quando-la-candela-si-spegne-rimane-il-buio/

Dal 26 ottobre al 5 novembre 2017.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma