"Non è vero che da morti non si soffre, è solo diverso"

Girasoli è un monologo post-mortem in cui a parlare è Sarah M., attrice di teatro, donna sensibile, intelligente, talentuosa, distrutta dalla solitudine e dalla mancanza di amore.

Dopo essersi uccisa nel tentativo di liberarsi delle sue ossessioni, Sarah – non-morta e in un non-luogo definito solo dallo scorrere del tempo – si ritrova a dover fare i  conti con i suoi mostri, perseguitata dai pensieri che sono stati causa del suo stesso suicidio.

Tra ricordi, visioni, deliri e danze, Girasoli è un viaggio intimo tra le riflessioni di una donna appassionata e fragile, tanto capace di dare amore quanto desiderosa di riceverne, in bilico tra dannazione e salvezza, che si ritrova costretta a dover decidere il proprio destino anche dopo la morte.

"GIRASOLI"

di Alice Sgroi e Giovanni Arezzo

con Alice Sgroi

Regia Giovanni Arezzo

Assistente alla regia Gabriella Caltabiano

Disegno luci Carmelo Lombardo

Costumi Grazia Cassetti

Voce registrata Claudia Fichera

Progetto grafico Maria Grazia Marano

Progetto fotografico Gianluigi Primaverile

Produzione Teatro Mobile di Catania


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma