Hitchcock sullo sfondo di un'ironica e divertente storia d'amore

Due repliche straordinarie per Hitchcock. A love story, della compagnia Ck Teatro, dopo il grande successo del debutto di ottobre 2015.

Al Teatro dell'Orologio, solo sabato 6 e domenica 7 febbraio, sarà possibile rivedere in scena la commedia omaggio al maestro del brivido Alfred Hitchcock, scritta da Fabio Morgan, diretta da Leonardo Ferrari Carissimi e interpretata da Anna Favella e Luca Mannocci.

Due ragazzi col sogno di diventare attori, si incontrano durante un provino per uno spettacolo teatrale dedicato alla filmografia del regista. La loro storia, una storia d'amore ricca di colpi di scena e di pennellate noir, si muove attraverso le fitte trame di Caccia al ladro, Intrigo internazionale, Vertigo, Il delitto perfetto, Psycho, La finestra sul cortile e Gli Uccelli. L'azione scenica si sviluppa in un divertente alternarsi tra la vita privata dei due protagonisti e la storia, sul palco, dei personaggi che interpretano.

La fenomenologia della coppia e della relazione amorosa è uno dei temi più cari alla sceneggiatura hitchcockiana, che ne descrive in modo inimitabile le tante sfaccettature, in particolare quelle orientate verso la degenerazione: la seduzione e l'innamoramento, la fedeltà e il sacrificio, il sospetto e la gelosia, la paura di non essere amati e il tradimento, la noia e la solitudine, la comicità e la tragedia.

CK TEATRO

La compagnia teatrale CK Teatro è stata fondata nel 2008 da Leonardo Ferrari Carissimi (autore e regista), Fabio Morgan (autore, produttore e direttore artistico), Alessandra Muschella (scenografa e costumista) e Anna Favella (attrice). Il primo riconoscimento internazionale ricevuto dalla compagnia è stato per Being Hamlet – La genesi: lo spettacolo ha vinto il premio Fantasio Piccoli (festival internazionale di regia teatrale in Leipzig), rappresentato poi in molti festival teatrali, tra cui Santarcangelo e Volterra.

Dopo questo primo spettacolo, che indagava il rapporto tra la sperimentazione teatrale e i nuovi linguaggi, la compagnia si è diretta verso la costruzione di una nuova drammaturgia che si è valsa del Mythos per raccontare in maniera puntuale e analitica la distorsione dei valori della società contemporanea, sia come individui che come collettività. Il 2015 è l'anno delle grandi produzioni: Tutti i padri vogliono far morire i loro figli è il primo capitolo di una tetralogia che si svilupperà nel corso di quattro anni e Walking on the moon è un progetto prodotto di Be SpectACTive!, network europeo di audience development, che vedrà la compagnia coinvolta in 4 residente internazionali.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma