In scena la storica edizione del capolavoro di Plauto

CASTALIA, considerata una delle Compagnie teatrali più prestigiose nell'allestimento di commedie classiche, a livello internazionale, in occasione del 20 anniversario dalla sua fondazione, riporterà in scena la sua storica edizione del capolavoro della Commedia Classica "I MENECMI" di T. M. Plauto, con l'adattamento e la regia di Vincenzo Zingaro, presso il TEATRO ARCOBALENO di Roma, dal 3 novembre 2014 al 30 aprile 2015.

L'evento, che si avvale della collaborazione del MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI, è stato inserito dall'UNIVERSITA' DI ROMA "LA SAPIENZA", nel progetto internazionale "IL TEATRO CLASSICO OGGI". Un riconoscimento che corona 22 anni di attività, svolta con grande impegno da CASTALIA, nel recupero e nella promozione della cultura classica, che ha portato la Compagnia a riscuotere uno straordinario successo nell'ambito di prestigiosi Festival (OSTIA ANTICA, TAORMINA, PAESTUM, POMPEI, FERENTO, TEATRI DI PIETRA, SARSINA, LEUCIANA FESTIVAL, VENOSA FESTIVAL, PIETRABBONDANTE, AVELLA e tanti altri). Dal 2002, le regie delle commedie classiche di Vincenzo Zingaro vengono studiate presso l'Università di Roma "La Sapienza" e presso altri atenei europei. Nel 2010 è stata realizzata presso la Facoltà di Lettere e Filosofia della "Sapienza" la TESI DI LAUREA "IL TEATRO CLASSICO DI VINCENZO ZINGARO". Sin dal 1992, Vincenzo Zingaro, alla guida della Compagnia CASTALIA, ha sviluppato un importante progetto di formazione del pubblico giovanile, riuscendo ad avvicinare al teatro classico centinaia di migliaia di giovani (ogni anno assistono alle sue rappresentazioni più di 20.000 studenti, provenienti dalla maggior parte dei Licei di Roma e del Lazio).

Questa rappresentazione de "I MENECMI" di Plauto, nel divertente e suggestivo allestimento di Vincenzo Zingaro, che riscontrò un grande successo nel 2008, presso il Teatro Romano di OSTIA ANTICA, offre agli studenti la possibilità di avvicinarsi alla commedia latina in maniera diretta e coinvolgente. Proprio per i più giovani, può costituire l'occasione ideale per un primo approccio con il mondo del teatro. Come consuetudine, al termine di ogni rappresentazione, seguirà un dibattito con il regista e gli attori. Pertanto saremmo lieti di ospitare anche gli studenti del suo Istituto.

Plauto, emblema della commedia classica antica, come sappiamo, fu autore di fabula palliata (genere latino che rielabora opere della nèa, la Commedia Nuova greca). Il suo straordinario successo nei secoli deriva dalla fenomenale inventiva e dall'eccezionale vis comica con cui riesce a rimaneggiare gli originali, realizzando un esilarante connubio tra i più raffinati modelli greci e quelle espressioni tipiche della cultura popolare italica, come la farsa atellana. Considerato un modello dagli Umanisti, Plauto fu l'ispiratore di tutto il teatro comico del Cinquecento e quindi di quello moderno; da lui si dipana un filo conduttore che, attraverso Ariosto, Machiavelli, Shakespeare, Molière e Goldoni, giunge fino ai nostri giorni.

"I MENECMI" rappresentano, nella storia del teatro, il prototipo della situazione nascente dagli equivoci provocati dall'assoluta identità fra due personaggi (in questo caso una coppia di gemelli). C'è in questa commedia plautina la prima radice di una situazione comica, sviluppata nei secoli in infinite variazioni. Ad essa si rifecero la " Calandria" del Bibbiena, i "Simillimi" del Trissino (due fra i primi esempi di commedia Rinascimentale e quindi moderna), "La Commedia degli errori" di Shakespeare e "I due gemelli veneziani" di Goldoni.

I MENECMI (Il gioco del doppio) *

di T. M. Plauto

adattamento e regia Vincenzo Zingaro

con Piero Sarpa, Annalena Lombardi, Rocco Militano, Fabrizio Passerini, Ugo Cardinali, Giovanni Ribò, Laura De Angelis.


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma