Un reading originale in cui le parole sono ovunque e il corpo dell'attore deve cercarle, raggiungerle e sentirle

Il Boia e il Re: due corpi vivi... Due anime tormentate... Due universi speculari che si completano a vicenda si incontrano in una dimensione priva di speranza.   Un'ascesa e una caduta che trascendono l'ambientazione storica in una scala di valori distorta e snaturata più contemporanea che mai.

Un reading originale in cui le parole sono ovunque e il corpo dell'attore deve cercarle, raggiungerle e sentirle in ogni cellula prima di restituirle allo spettatore.  Un testo spietato e inclemente e una regia cruda e brutale che non risparmiano niente e nessuno. Senza giudizi, mediazioni o giustificazioni viene illustrata la parte più feroce e primordiale dell'essere umano. Con tutte le sue conseguenze...

"Il Boia e il Re"

Adattamento e Regia di Gina Merulla

Con Alessandro Catalucci, Sabrina Biagioli e Fabrizio Facchini

Ufficio Stampa: Nuvole Rapide Produzioni


Hai partecipato? Commenta ()

Novacomitalia Web Agency Roma